Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Grandine al Nord, trombe d'aria e nubifragi al Sud

Italia: dopo la canicola e la siccita', il maltempo estremo

Estate in pausa. Lo scorso fine settimana l'Italia intera, da Nord a Sud, è stata segnata dal maltempo, che definire estremo è poco: in alcune aree del Meridione si è passati da 42 a 18 °C.

Colpite a macchia di leopardo dalla grandine le campagne della Brianza: oltre ai danni sul mais, chicchi grandi come biglie hanno crivellato le zucche, distrutto campi di pomodoro e danneggiato coltivazioni di peperoni e melanzane. E' una prima stima del monitoraggio condotto da Coldiretti. Forti temporali e intense raffiche di vento hanno colpito la provincia di Monza e Brianza: nella zona tra Vimercate e Monza, chicchi di ghiaccio grossi come noci si sono abbattuti sui campi coltivati, mentre l'area tra Aicurzio e Ornago è stata colpita da una violenta tempesta di pioggia e vento.


(Foto: varesenews.it)

"Dieci minuti di grandine e le mie zucche si sono come disintegrate - ha raccontato a varesenews.it Giuliano Fumagalli, orticoltore di Oreno di Vimercate - La produzione è completamente azzerata. Sul pomodoro posso stimare un 50% di danni, mentre sulle melanzane la perdita è pari a circa 20 giorni di produzione. La grandine non ha risparmiato nemmeno i peperoni".

Maltempo: danni per le grandinate nell'entroterra pescarese
Un violento acquazzone ha provocato danni ingenti nel pescarese, soprattutto nell'area fra Manoppello, Alanno, Scafa e Turrivalignani. Qui infatti c'è stata una forte grandinata che ha colpito i campi agricoli danneggiando le colture.

In Basilicata chiesto lo stato di calamità
Dopo la violenta tromba d'aria che ha investito ieri pomeriggio una vasta area del territorio della Basilicata, da Lavello a Montemilone, da Palazzo San Gervasio (Potenza) a Irsina e Grottole (Matera), Coldiretti Basilicata chiede lo stato di calamità con l'attivazione di tutte le procedure necessarie.


14 luglio 2017 - Tromba d'aria nel territorio tra Lavello e Melfi, molti i danni arrecati a agricoltura e infrastrutture

L'organizzazione professionale ha evidenziato che i danni non sono ancora facilmente quantificabili per la vastità del territorio, delle colture e delle strutture investite. Quelli maggiori, per ora, si registrano a Lavello, Montemilone e Palazzo San Gervasio, dove molti ettari di pomodori, frutteti e vigneti sono stati completamente distrutti. Anche a Irsina e Grottole centinaia di ettari sono allagati e gli oliveti danneggiati.

"Siamo a fianco del comparto agricoltura con tempestivi sopralluoghi nelle zone del Metapontino e del Vulture, in sofferenza a causa dei violenti nubifragi che dalla giornata di ieri si sono abbattuti in diverse aree della Regione. Con il Dipartimento Politiche Agricole e Forestali avviamo immediatamente le procedure per le segnalazioni dei danni alle strutture e alle produzioni che sono propedeutiche alla valutazione e verifica della presenza delle condizioni sufficienti per dichiarare lo stato di calamità". Lo comunica l'Assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia.

"Al fine di rendere omogenee le segnalazioni - conclude l'Assessore - e per aiutare le amministrazioni comunali colpite, rendiamo disponibile il modello, già utilizzato per la calamità del gennaio scorso, per le segnalazioni dei danni da indirizzare alla Regione Basilicata".

Calabria, forte nubifragio su Scilla
Dopo giorni di incendi, su gran parte della Calabria è arrivata la pioggia. Molto intensa nel Reggino, con una bomba d'acqua su Scilla (in un'ora sono caduti 100 millilitri di pioggia), e più lieve nelle altre parti della Calabria. Il fenomeno, a Reggio Calabria, ha ridotto le temperature anche di dieci gradi rispetto ai giorni scorsi.


Un mare di fango a Scilla (Calabria)

Un produttore della provincia di Catanzaro ha esternato in un post su Facebook il suo pensiero: "povere colture", mostrando un chicco di grandine grande come una moneta da 2 euro.

Inoltre una tromba d'aria ha colpito lo Stretto di Messina, appena al largo di Reggio Calabria. Fortunatamente non ha toccato terra e quindi non ha provocato danni.

Data di pubblicazione: 17/07/2017
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

21/11/2017 La serra idroponica hi-tech Sfera offre 150 posti di lavoro
21/11/2017 Agriges a Growtech 2017
21/11/2017 La UE accelera sulla banda larga nelle aree rurali
21/11/2017 PAC: pagati anticipi a 60mila agricoltori
21/11/2017 Amsterdam Produce Show: il reportage fotografico
21/11/2017 Nova: valutare sempre l'impatto sull'ambiente di qualsiasi input chimico
20/11/2017 Ecomondo: un successo per Bestack
20/11/2017 UE: le superfici bio sono aumentate di 2 milioni di ettari in 5 anni
20/11/2017 Phil Hogan: l'innovazione avra' un ruolo chiave nella PAC dopo il 2020
20/11/2017 Carrelli elevatori, patentini in scadenza
20/11/2017 FuturPera: piccola fiera ma con innovazione. Guarda tutte le foto!
17/11/2017 Valagro al fianco dei produttori di uva da tavola
17/11/2017 Lazio: in arrivo la 'Scuola di export', un piano di promozione e un bando da 6 milioni di euro
17/11/2017 Delegazione cinese a Latina per studiare il settore agroalimentare
17/11/2017 UE: via libera alla mini-riforma PAC dal 1°gennaio 2018
17/11/2017 Aziende italiane in Cina: tutto pronto per la trasferta a Shanghai
17/11/2017 L'inchiostro alimentare vuole sostituire i bollini. Guarda il video!
17/11/2017 FuturPera funziona: ottima affluenza il primo giorno
16/11/2017 Coldiretti: mancano 60 miliardi di metri cubi di acqua
16/11/2017 Detassati al 10 per cento i premi di risultato degli operai agricoli

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*