Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Grandine al Nord, trombe d'aria e nubifragi al Sud

Italia: dopo la canicola e la siccita', il maltempo estremo

Estate in pausa. Lo scorso fine settimana l'Italia intera, da Nord a Sud, è stata segnata dal maltempo, che definire estremo è poco: in alcune aree del Meridione si è passati da 42 a 18 °C.

Colpite a macchia di leopardo dalla grandine le campagne della Brianza: oltre ai danni sul mais, chicchi grandi come biglie hanno crivellato le zucche, distrutto campi di pomodoro e danneggiato coltivazioni di peperoni e melanzane. E' una prima stima del monitoraggio condotto da Coldiretti. Forti temporali e intense raffiche di vento hanno colpito la provincia di Monza e Brianza: nella zona tra Vimercate e Monza, chicchi di ghiaccio grossi come noci si sono abbattuti sui campi coltivati, mentre l'area tra Aicurzio e Ornago è stata colpita da una violenta tempesta di pioggia e vento.


(Foto: varesenews.it)

"Dieci minuti di grandine e le mie zucche si sono come disintegrate - ha raccontato a varesenews.it Giuliano Fumagalli, orticoltore di Oreno di Vimercate - La produzione è completamente azzerata. Sul pomodoro posso stimare un 50% di danni, mentre sulle melanzane la perdita è pari a circa 20 giorni di produzione. La grandine non ha risparmiato nemmeno i peperoni".

Maltempo: danni per le grandinate nell'entroterra pescarese
Un violento acquazzone ha provocato danni ingenti nel pescarese, soprattutto nell'area fra Manoppello, Alanno, Scafa e Turrivalignani. Qui infatti c'è stata una forte grandinata che ha colpito i campi agricoli danneggiando le colture.

In Basilicata chiesto lo stato di calamità
Dopo la violenta tromba d'aria che ha investito ieri pomeriggio una vasta area del territorio della Basilicata, da Lavello a Montemilone, da Palazzo San Gervasio (Potenza) a Irsina e Grottole (Matera), Coldiretti Basilicata chiede lo stato di calamità con l'attivazione di tutte le procedure necessarie.


14 luglio 2017 - Tromba d'aria nel territorio tra Lavello e Melfi, molti i danni arrecati a agricoltura e infrastrutture

L'organizzazione professionale ha evidenziato che i danni non sono ancora facilmente quantificabili per la vastità del territorio, delle colture e delle strutture investite. Quelli maggiori, per ora, si registrano a Lavello, Montemilone e Palazzo San Gervasio, dove molti ettari di pomodori, frutteti e vigneti sono stati completamente distrutti. Anche a Irsina e Grottole centinaia di ettari sono allagati e gli oliveti danneggiati.

"Siamo a fianco del comparto agricoltura con tempestivi sopralluoghi nelle zone del Metapontino e del Vulture, in sofferenza a causa dei violenti nubifragi che dalla giornata di ieri si sono abbattuti in diverse aree della Regione. Con il Dipartimento Politiche Agricole e Forestali avviamo immediatamente le procedure per le segnalazioni dei danni alle strutture e alle produzioni che sono propedeutiche alla valutazione e verifica della presenza delle condizioni sufficienti per dichiarare lo stato di calamità". Lo comunica l'Assessore alle Politiche Agricole e Forestali, Luca Braia.

"Al fine di rendere omogenee le segnalazioni - conclude l'Assessore - e per aiutare le amministrazioni comunali colpite, rendiamo disponibile il modello, già utilizzato per la calamità del gennaio scorso, per le segnalazioni dei danni da indirizzare alla Regione Basilicata".

Calabria, forte nubifragio su Scilla
Dopo giorni di incendi, su gran parte della Calabria è arrivata la pioggia. Molto intensa nel Reggino, con una bomba d'acqua su Scilla (in un'ora sono caduti 100 millilitri di pioggia), e più lieve nelle altre parti della Calabria. Il fenomeno, a Reggio Calabria, ha ridotto le temperature anche di dieci gradi rispetto ai giorni scorsi.


Un mare di fango a Scilla (Calabria)

Un produttore della provincia di Catanzaro ha esternato in un post su Facebook il suo pensiero: "povere colture", mostrando un chicco di grandine grande come una moneta da 2 euro.

Inoltre una tromba d'aria ha colpito lo Stretto di Messina, appena al largo di Reggio Calabria. Fortunatamente non ha toccato terra e quindi non ha provocato danni.

Data di pubblicazione: 17/07/2017
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

26/09/2017 La tecnologia che sembra avveniristica, per il settore agroalimentare e' gia' obsoleta
26/09/2017 Nigeria: il valore delle importazioni agricole aumenta del 16%
25/09/2017 Scoprire il mondo bio: se ne e' parlato ieri presso la cooperativa La Primavera
25/09/2017 Varsavia: la Fresh Market Conference attrae ancora piu' visitatori internazionali
25/09/2017 Fruitsapp lancia ufficialmente la sua piattaforma online
25/09/2017 Il riscaldamento globale trasforma la Russia in superpotenza agricola
22/09/2017 Orsero: ok dei soci ad aumento di capitale riservato
22/09/2017 San Ferdinando di Puglia (BT): i braccianti ortofrutticoli scioperano a oltranza
22/09/2017 Ortofrutticoli e agrumari: nuovi minimi retributivi
22/09/2017 Assicurazioni, Coldiretti Cuneo: si rischia di restituire i soldi all'UE
22/09/2017 UE-Islanda: via libera del Parlamento a nuovi accordi agricoli
22/09/2017 Macfrut: da Hong Kong al Peru', passando dai video dei protagonisti
22/09/2017 L'accordo economico e commerciale UE-Canada e' entrato in vigore
22/09/2017 World Food Moscow: il reportage fotografico
22/09/2017 Idromeccanica Lucchini presenta i generatori di aria calda per il riscaldamento serre
22/09/2017 La politica America First di Trump mina l'economia italiana
21/09/2017 L'uragano Maria ha lasciato Porto Rico al buio totale
21/09/2017 Fruitimprese Veneto fa il punto sulle produzioni ortofrutticole
21/09/2017 Il ricordo dello scomparso Ermete Modena da parte di Paolo Bruni
21/09/2017 Prove sensoriali, elemento chiave nella selezione di nuove varieta' di prodotti

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*