Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Tonnellate di frutta gettate davanti al consolato spagnolo a Perpignan

Decine di coltivatori francesi hanno scaricato diverse tonnellate di frutta, per lo più pesche, davanti al consolato spagnolo a Perpignan. L'azione rientra nelle proteste che si sono svolte nelle ultime settimane contro la concorrenza di prodotti provenienti dalla Spagna, accusati di mandare al ribasso i prezzi. A renderlo noto il quotidiano L'Indépendant sul suo sito web.



In cima alla pila di pesche, i coltivatori (soprattutto di drupacee e di uva) hanno simbolicamente posto una bandiera francese.

Yves Aris, presidente della Federazione Nazionale Francese dei Sindacati degli Agricoltori (Fnsea), ha affermato che con questa protesta si vuole "denunciare la concorrenza sleale dei frutti provenienti dalla Spagna". Nel Paese di origine vengono venduti a "un prezzo ragionevole", quelli inviati in Francia vengono commercializzati a una quotazione che fa calare i prezzi. "Non possiamo accettarlo".

Allo stesso modo, Aris si è lamentato che il mercato francese funge da outlet per le eccedenze spagnole.

Questa è la quarta azione a partire dall'inizio dell'estate nel dipartimento dei Pirenei Orientali. Nelle ultime settimane ci sono state simili prese di posizione di fronte a supermercati e alla sede de L'Indépendant a Perpignan. L'azione più importante è avvenuta qualche giorno fa, quando un gruppo di giovani produttori della regione francese Vaucluse ha intercettato un camion che conteneva pesche, albicocche e carote provenienti da Spagna e Italia, sulla strada tra Orange e Piolenc, e lo ha bloccato, scaricandone il carico.

Data di pubblicazione: 14/07/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

21/07/2017 Spagna: i meloni Galia sono piu' economici di 30-40 cent al chilo
21/07/2017 Mappa interattiva del commercio globale di banane, avocado, ananas e angurie
21/07/2017 Messico: problemi climatici compromettono la produzione di avocado bio
21/07/2017 Spagna: mango biologici con una finestra commerciale migliore
21/07/2017 Guido Fruit (Belgio): maggio e giugno, mesi ottimi per le drupacee. Cominciata la stagione dell'uva italiana
21/07/2017 Confagricoltura Toscana: angurie non piantate a causa della siccita', persi 5 milioni di euro
21/07/2017 Azienda Coniglio: 30% in meno per le uve in generale, ma qualita' e sapore ottimi
21/07/2017 Nuove varieta' di pesche piatte con fondo chiuso e piu' colorate
21/07/2017 Futurpera 2017: il punto sul consumo globale e sui mercati esteri piu' promettenti per le pere
21/07/2017 Esportare drupacee in tutto il mondo e' possibile. Il Cile insegna
21/07/2017 Nuova Zelanda: la batteriosi dell'actinidia finisce in tribunale
20/07/2017 Francia: aumento della produzione di ciliegie e calo dei prezzi
20/07/2017 Reti e hydrocooler permettono profitti enormi nei ciliegieti
20/07/2017 Ci sono prospettive per le varieta' di mele Elstar e Jonagold?
20/07/2017 Coldiretti Viterbo: a terra fino al 30% di nocciole per il vento
20/07/2017 Melinda, dato previsionale mele: in media solo 35% di produzione
20/07/2017 Pere Coscia del comprensorio di Ribera (AG): ci sarebbero gli estremi per un marchio di tutela?
20/07/2017 Mercato pesante per pesche e nettarine, in rialzo le quotazioni per albicocche e ciliegie
20/07/2017 Polonia: previsto calo considerevole nel raccolto 2017 di pomacee
20/07/2017 La campagna dei piccoli frutti piemontesi procede secondo le aspettative

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*