Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Belgio: frutta gia' sbucciata per tutti gli usi presso la ditta Frupeco

Frupeco è un'azienda produttrice e trasformatrice di frutta per il settore della vendita al dettaglio e della ristorazione. Recentemente, ha dato inizio a un nuovo progetto, rendendo più facile per i consumatori soddisfare il loro fabbisogno giornaliero di frutta.


Tutto è cominciato con l'installazione di un macchinario per la sbucciatura delle mele presso un fruttivendolo specializzato. Wim e suo fratello Bart Lammertyn hanno rilevato la società fondata da loro padre nel 1995, il quale, oltre a coltivare mele e pere, gestiva anche Fruithoeve Lammertyn, un negozio specializzato di frutta e verdura.

"Con questo sbucciatore di mele, facemmo il primo passo nella trasformazione della frutta". A causa di un aumento della richiesta, è stato aggiunto un secondo macchinario e nel 2000 la società è stata rilevata completamente.

Wim e Bart hanno continuato l'attività di famiglia con il nome Frupeco (Fruit Peeling Company). "Nel corso degli anni siamo riusciti a incrementare notevolmente la capacità di produzione tramite l'espansione e il rinnovamento e al momento forniamo una gamma completa di frutta fresca e macedonie. Gli snack di frutta sono commercializzati con il marchio SnackyFruit".

Il trasformatore di frutta di Lendelede, nelle Fiandre Occidentali, fornisce prodotti già sbucciati e affettati alla distribuzione all'ingrosso, il consumo sfuso e la ristorazione per la vendita a società tra cui panifici, pasticcerie, catene di fast food, fabbriche alimentari, supermercati, hotel e il settore della ristorazione.

"La frutta affettata e le macedonie vengono confezionate in imballaggi grandi e piccoli". Negli ultimi anni Wim ha notato che il mercato richiede sempre più variabilità. "Non solo è richiesto un assortimento più ampio, ma anche altre composizioni e imballaggi misti vanno bene. Inoltre, notiamo una crescente richiesta di specialità. Si pensi ai prodotti difficili da trasformare, come melagrane, cocco e mango. Tali frutti non richiedono solo molto lavoro, ma anche la garanzia che la materia prima sia al giusto grado di maturazione. Si tratta di una tendenza e di un mercato in crescita per noi".

Inoltre, le macedonie in sciroppo stanno scomparendo a favore di quelle realizzate con frutta fresca. "Le macedonie in sciroppo hanno una shelf life maggiore, ma non sono sempre sicure. Le facciamo ancora, a richiesta, ma la produzione di macedonie di frutta fresca sta chiaramente aumentando".


Creare sicurezza di prodotto tramite la coltivazione sotto contratto
Le mele sbucciate e affettate sono ancora una parte importante dell'assortimento. Le mele e le pere sono coltivate il più possibile a livello locale o meglio sono persino di coltivazione propria.

"Originariamente siamo un'azienda agricola e abbiamo sempre continuato a esserlo. Negli ultimi anni abbiamo piantato più mele e pere, in modo da poterle trasformare. Non solo per mantenere più breve possibile la catena di fornitura, ma anche per coprire un po' la disponibilità. In futuro ci piacerebbe vedere una maggiore coltivazione sotto contratto, per creare continuità. Peraltro, mele e pere possono essere sempre acquistate sul libero mercato, anche se lo scarso raccolto di quest'anno potrebbe causare alcuni problemi".

La filiera breve permette a Frupeco di essere più sostenibile. Wim ha dichiarato che l'ambiente è un punto importante all'interno dell'azienda. "Abbiamo pannelli solari e i flussi residui vengono convogliati in un digestore. Quasi il 90% della nostra energia è verde. Inoltre, le acque reflue sono purificate tramite un terreno piantato a giunchi. In futuro speriamo di potere purificare tutte le acque reflue, in modo da poterle riutilizzare nel processo di produzione".



Oltre a mele e pere, anche gli altri frutti si acquistano il più possibile localmente e, sennò, vengono importati direttamente o acquistati da terze parti. Wim: "Innanzitutto si tiene conto della qualità della frutta, ma anche trasformare i frutti a maturazione adeguata è di grande importanza. Per quanto riguarda le vendite, dipendiamo completamente dalle stagioni e dalla disponibilità nei Paesi interessati. Abbiamo pomacee, meloni e ananas per tutto l'anno, per esempio, ma frutti come pesche, nettarine, fragole e bacche sono prettamente stagionali".


Nuovi canali di vendita
Frupeco ha avviato il progetto Fruityou, con il quale la società offre frutta pronta al consumo nei luoghi dove viene consumata, come uffici e scuole, ma anche distribuita in occasione di eventi. La frutta viene offerta tramite distributori automatici, fruit box o cestini di frutta. "Vogliamo facilitare l'assunzione giornaliera di frutta da parte dei consumatori. A volte questo viene dimenticato a causa dello stress, di scadenze e obiettivi".

Oltre a frutta fresca e affettata, Fruityou offre anche macedonie, frullati, succhi e snack in porzioni singole pronte al consumo. Wim nutre speranze molto alte per le vendite mediante distributori automatici nelle scuole. "Vorremmo vedere i genitori che incoraggiano i loro figli a scegliere la frutta al posto di uno snack non sano. La consapevolezza sta aumentando, in parte grazie alla grande attenzione dei media per gli alimenti sani, ma c'è molto da fare ancora. Alla fine, i consumatori dovranno decidere da soli, ma un po' di incoraggiamento non guasta".

Per maggiori informazioni:
Wim Lammertyn
Frupeco
Email: wim@frupeco.com
Web: www.frupeco.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 17/07/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

26/09/2017 ISI Sementi: brillanti prestazioni del pomodoro da industria ISI 15767
25/09/2017 Tutelare il Fico bianco del Cilento Dop dalle contraffazioni
25/09/2017 Presto si potra' acquistare rucola 'fresca' nel bancone dei surgelati
22/09/2017 Kale Insal'Arte: l'alleato contro l'autunno
21/09/2017 Savini Tartufi: un'esperienza sensoriale dal gusto toscano
20/09/2017 Doppia trasferta internazionale per Natura Nuova
20/09/2017 Sapori di Puglia dell'azienda Spina: 300 referenze garantite dalla tracciabilita' di filiera
18/09/2017 Batteriosi del pomodoro: OI Pomodoro Industria Nord Italia istituisce fondo di emergenza per anticipare parte dell'indennizzo della Regione Emilia-Romagna
18/09/2017 A Tavola con... l'evento romano dedicato alle ricercatezze gourmet
18/09/2017 I prodotti surgelati sono buoni quanto i freschi, ma i consumatori ne sono consapevoli?
15/09/2017 Agrumi-Gel: Salvatore Imbesi parla degli accordi di filiera con Ortogel
15/09/2017 Svezia: sempre piu' popolari gli spuntini di frutta gia' tagliata
14/09/2017 I trasformati siciliani a marchio Mama tra gli espositori al World Food Moscow 2017
14/09/2017 Passata di pomodoro fortificata con antociani
14/09/2017 Etnadolce punta ai trasformati Gluten Free e senza olio di palma
13/09/2017 Sa Marigosa premiata al Bellavita Awards London 2017 per i suoi trasformati di Carciofo Spinoso di Sardegna DOP
12/09/2017 Finalmente distribuiti in farmacia i preparati AppleMets a base di polifenoli della Melannurca
11/09/2017 Bio Awards 2017: Zerbinati premiato al Sana per il secondo anno consecutivo
11/09/2017 Foggia: pomodori in anticipo, raggiunto il tetto dei 24 milioni di quintali
08/09/2017 Cia Ferrara: per il pomodoro da industria una campagna positiva solo a meta'

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*