Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Gli agricoltori francesi protestano scaricando tonnellate di frutta spagnola a Perpignan

I coltivatori francesi hanno scaricato tonnellate di pesche, nettarine e albicocche davanti a un supermercato situato nel mercato all'ingrosso di Saint Charles, alla periferia della città di Perpignan, per protestare contro la fornitura di prodotti spagnoli, causa - a loro dire - dell'abbattimento dei prezzi.

Uno dei partecipanti alla protesta, citato dal sito del quotidiano L'Indépendant de Perpignan, ha denunciato l'arrivo di prodotti provenienti dalla Spagna senza prezzi precedentemente fissati. "I camion - ha spiegato - lasciano il posto di produzione e le trattative si svolgono durante il trasporto della merce", il che comporta che gli importatori accumulano beni e saturano il mercato. Offrono prezzi molto bassi e finiscono per convincere i distributori francesi, che li acquistano, a scapito della produzione locale.

Parlando al giornale, i sindacalisti francesi hanno accusato i gruppi distributivi di sostenere che vendono solo frutti nazionali, quando in pratica vendono prodotti spagnoli, specialmente nei negozi situati lontano dalle aree coltivate, dove credono di non essere sottoposti a controlli. Lamentano anche che "la nostra produzione nazionale resta sugli alberi o nelle celle frigorifere".

Fonte: elpais.com

Data di pubblicazione: 26/06/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

25/09/2017 Scoprire il mondo bio: se ne e' parlato ieri presso la cooperativa La Primavera
25/09/2017 Varsavia: la Fresh Market Conference attrae ancora piu' visitatori internazionali
25/09/2017 Fruitsapp lancia ufficialmente la sua piattaforma online
25/09/2017 Il riscaldamento globale trasforma la Russia in superpotenza agricola
22/09/2017 Orsero: ok dei soci ad aumento di capitale riservato
22/09/2017 San Ferdinando di Puglia (BT): i braccianti ortofrutticoli scioperano a oltranza
22/09/2017 Ortofrutticoli e agrumari: nuovi minimi retributivi
22/09/2017 Assicurazioni, Coldiretti Cuneo: si rischia di restituire i soldi all'UE
22/09/2017 UE-Islanda: via libera del Parlamento a nuovi accordi agricoli
22/09/2017 Macfrut: da Hong Kong al Peru', passando dai video dei protagonisti
22/09/2017 L'accordo economico e commerciale UE-Canada e' entrato in vigore
22/09/2017 World Food Moscow: il reportage fotografico
22/09/2017 Idromeccanica Lucchini presenta i generatori di aria calda per il riscaldamento serre
22/09/2017 La politica America First di Trump mina l'economia italiana
21/09/2017 L'uragano Maria ha lasciato Porto Rico al buio totale
21/09/2017 Fruitimprese Veneto fa il punto sulle produzioni ortofrutticole
21/09/2017 Il ricordo dello scomparso Ermete Modena da parte di Paolo Bruni
21/09/2017 Prove sensoriali, elemento chiave nella selezione di nuove varieta' di prodotti
21/09/2017 Freshfel rappresenta il settore ortofrutticolo europeo all'Annapoorna World of Food India
21/09/2017 I piccoli agricoltori africani lanciano un messaggio ai leader mondiali scrivendolo direttamente sulla terra che lavorano

 

Commenti:


In Francia controllano le merci che arrivano nelle grandi distribuzioni, molto bene direi, geniale! E in Italia? Non funziona mai un bip, non ci sono controlli e i prezzi? Non ne parliamo!
Lu, Capo di Mestre, Italia - 27/06/2017 09:33:41


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*