Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Gli agricoltori francesi protestano scaricando tonnellate di frutta spagnola a Perpignan

I coltivatori francesi hanno scaricato tonnellate di pesche, nettarine e albicocche davanti a un supermercato situato nel mercato all'ingrosso di Saint Charles, alla periferia della città di Perpignan, per protestare contro la fornitura di prodotti spagnoli, causa - a loro dire - dell'abbattimento dei prezzi.

Uno dei partecipanti alla protesta, citato dal sito del quotidiano L'Indépendant de Perpignan, ha denunciato l'arrivo di prodotti provenienti dalla Spagna senza prezzi precedentemente fissati. "I camion - ha spiegato - lasciano il posto di produzione e le trattative si svolgono durante il trasporto della merce", il che comporta che gli importatori accumulano beni e saturano il mercato. Offrono prezzi molto bassi e finiscono per convincere i distributori francesi, che li acquistano, a scapito della produzione locale.

Parlando al giornale, i sindacalisti francesi hanno accusato i gruppi distributivi di sostenere che vendono solo frutti nazionali, quando in pratica vendono prodotti spagnoli, specialmente nei negozi situati lontano dalle aree coltivate, dove credono di non essere sottoposti a controlli. Lamentano anche che "la nostra produzione nazionale resta sugli alberi o nelle celle frigorifere".

Fonte: elpais.com

Data di pubblicazione: 26/06/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

21/07/2017 San Pietroburgo: parco agricolo per la coltivazione in serra
21/07/2017 Coldiretti Emilia-Romagna: l'agricoltura e' la prima scelta dei giovani imprenditori
21/07/2017 Organic Produce Summit prevede un brillante futuro per l'ortofrutta biologica
20/07/2017 Italpollina ottiene per i suoi biostimolanti la certificazione internazionale ECOCERT
20/07/2017 Nuova decisione UE in materia di brevetti
20/07/2017 La Puglia investe sui giovani in agricoltura: pronti 40 milioni di euro
20/07/2017 La capitale del Cile sorpresa da un'insolita nevicata
20/07/2017 Coldiretti: il 2017 secondo anno piu' caldo del pianeta
20/07/2017 Agricoltura di precisione: al via partnership tra Ismea e Bonifiche Ferraresi
20/07/2017 L'insostenibile incoerenza del dibattito sul CETA
19/07/2017 Assicurazioni: in calo a causa della burocrazia
19/07/2017 Siccita' nel Fucino: stop all'irrigazione per 3 giorni, poi sara' possibile solo di notte
19/07/2017 AppleMets colesterolo e AppelMets hair. Chi l'ha visti? Chi li distribuisce?
19/07/2017 Nuovi voucher, l'Inps corregge il tiro
18/07/2017 DuPont Pioneer lancia il sito web Open Innovation
18/07/2017 Compac investe in una piattaforma cloud
18/07/2017 Fruitimprese: i dati sul commercio estero ortofrutticolo italiano nei primi 4 mesi del 2017
17/07/2017 Tempeste e tromba d'aria in Austria: danni all'agricoltura per 15 milioni di euro
17/07/2017 La fredda estate russa pesa sui prezzi dei prodotti freschi
17/07/2017 Italia: dopo la canicola e la siccita', il maltempo estremo

 

Commenti:


In Francia controllano le merci che arrivano nelle grandi distribuzioni, molto bene direi, geniale! E in Italia? Non funziona mai un bip, non ci sono controlli e i prezzi? Non ne parliamo!
Lu, Capo di Mestre, Italia - 27/06/2017 09:33:41


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*