Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Prezzi alti per i limoni italiani, ma la campagna chiude in anticipo

Il mercato dei limoni risulta al momento molto attivo, con una forte richiesta anche se siamo sul finire della produzione e vi è poco prodotto rispetto alla domanda.

L'annata siciliana
Per quanto riguarda la produzione siciliana, confrontandola con la scorsa stagione di questi tempi, dobbiamo dire che la situazione è pressoché la stessa e i prezzi sono molto alti, con i verdelli che quotano in partenza a € 1,10 per la merce raccolta.



"Riteniamo che attualmente l’offerta non riesca a soddisfare la domanda - dice Pietro Russo, produttore dell'areale lentinese, in provincia di Siracusa - anche se dobbiamo dire che sono in arrivo già le prime partite del Sudafrica".



"In ragione di ciò, pensiamo che la commercializzazione finirà entro un paio di settimane - continua Russo - mentre il poco prodotto restante sarà destinato principalmente a mercati locali e a qualche mercato all’ingrosso nazionale".

Così stando le cose, la grande distribuzione, sempre secondo quanto riferito dal produttore siciliano, stipulerà contratti con fornitori extracomunitari.

La filiera agrumicolo italiana nel contesto internazionale


Clicca qui per un ingrandimento.

Ma vediamo quale è il rapporto import/export secondo i dati pubblicati da Ismea (Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), all'interno di uno studio presentato a fine febbraio dell'anno in corso. Secondo l'autorevole Istituto "l'Italia importa in media 350mila ton/anno di agrumi. Di questo quantitativo, il 12% proviene dai Paesi Africa Australe. Negli ultimi anni tale quota è salita al 15%."


Clicca qui per un ingrandimento.

L'Italia, con oltre 50mila ton annue importate e un esborso di 25 mln di Euro (dati campagna 2015/16), si posiziona all'11simo posto tra i paesi importatori di agrumi: sul podio, Paesi Bassi, Regno Unito e Russia. A queste importazioni, sempre secondo l'Ismea, vanno aggiunti gli agrumi sudafricani che giungono in Europa attraverso triangolazioni.

Data di pubblicazione: 19/06/2017
Autore: Gaetano Piccione
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

17/10/2017 La Turchia si trovera' in carenza di limoni
16/10/2017 Per le arance rosse siciliane si prevede un'ottima annata: parola di Oranfrizer
16/10/2017 Clementina della Piana di Sibari: quest'anno il tema e' "dolcezza assoluta"
16/10/2017 Galilee Export comincera' le esportazioni di agrumi biologici concentrandosi sull'Europa
13/10/2017 Prime contrattazioni in campagna per le arance Navel tarantine
13/10/2017 La Florida perde meta' del suo raccolto di arance
12/10/2017 Altieri Giacomo & Figlio: dagli Stati Uniti e dalla Cina la spinta all'export
12/10/2017 California: la produzione di limoni passa alle aree desertiche
11/10/2017 I mandarini con foglia come segno di distinzione
11/10/2017 Cina: in calo il prezzo di esportazione del limone della contea di Anyue
10/10/2017 Spagna: -24% per la produzione di pompelmi
10/10/2017 L'Argentina non potra' esportare limoni negli USA fino al 2018
09/10/2017 La stagione di satsuma e lime nell'esperienza della OP Red Cop
06/10/2017 Il Sudafrica registra una stagione agrumicola record
06/10/2017 Spagna: il raccolto di limoni dovrebbe diminuire del 3,7%
05/10/2017 In ulteriore assottigliamento le disponibilita' per il limone Verdello
05/10/2017 Creato un geoportale per incrementare la visibilita' della varieta' Orri
04/10/2017 Florida: i produttori di pompelmo valutano la furia di Irma
03/10/2017 Le importazioni cinesi di arance egiziane aumentano sensibilmente
02/10/2017 Regno Unito: i prezzi dei lime cominciano a riprendersi

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*