Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Parola di produttore

Palma Di Montechiaro (AG): l'anno prossimo caleranno gli areali dedicati a melone

A un mese dalla fine della campagna melone di Palma Di Montechiaro (AG), e nonostante un miglioramento dei calibri per il prodotto tardivo, i prezzi sono comunque bassi. Concomitanza di fattori: climatici, che non stimolano i consumi, e di preferenza del prodotto estero nella prima parte della campagna (come già lamentato da altri produttori - vedi news correlata1 e news correlata2).

"Non siamo riusciti neanche a coprire un quarto delle spese di produzione con le vendite del prodotto precoce. Le varietà tardive sono ora sui mercati ma seguono ormai la stessa scia in materia di prezzi. Ormai la frittata è fatta!" commenta a FreshPlaza Vincenzo Comparato, presidente della Società cooperativa Fruttomania, la quale conta 40 anni di esperienza nel settore e 40 dipendenti fissi, la cui metà rischia di perdere il posto di lavoro.



Il collaboratore Salvatore Camilleri aggiunge: "Quest'anno ad aprile la grande distribuzione ha preferito le produzioni marocchine e senegalesi, tagliando fuori gran parte dei meloni siciliani (di 10 pedane solite, solo 2). Si tratta di un gioco al massacro, in quanto il prodotto si riversa in massa sul mercato, spingendo sempre più i prezzi all'origine al ribasso, anche quelli di varietà qualitativamente superiori come Red Falcon".

Secondo Camilleri, la campagna di quest'anno è praticamente conclusa (anche se ufficialmente durerà fino a metà giugno). "Anche con l'aumento fisiologico dei consumi, non compenseremo alcunché. Certo è che per la prossima stagione, la produzione si dimezzerà per via del calo di areali dedicati. Le piccole aziende saranno costrette a chiudere e le grosse ridurranno i volumi di almeno il 50%".



Per la prossima campagna, inoltre, si prevede sempre che l'estero la farà da padrone. "E' una situazione insostenibile" chiosano presidente e responsabile vendite.

Contatti:
Vincenzo Comparato (presidente)
Salvatore Camilleri (collaboratore)
Società cooperativa Fruttomania
Email: fruttomania@virgilio.it

Data di pubblicazione: 18/05/2017
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

23/05/2017 Australia: espansione globale per l'achacha
23/05/2017 I produttori greci sono i migliori partner commerciali della Polonia
23/05/2017 Triple H presenta una nuova gamma di frutti
23/05/2017 Previste vendite maggiori di datteri con il Ramadan
23/05/2017 Gorle (BG): frutteto apre le porte alla raccolta da parte del pubblico
23/05/2017 Fragole, bilancio parziale: piu' luci che ombre al nord
23/05/2017 Uva da tavola: dal profilo fenolico a una raccolta strategica
23/05/2017 Lamponi: la coltivazione in tunnel raddoppia la resa ma non aumenta i gradi Brix
22/05/2017 Messico: vigilantes e paramilitari per difendere gli avocado
22/05/2017 Tunisia: emergenza punteruolo rosso, allarme per le palme da dattero
22/05/2017 Europa: produzione pesche e nettarine in aumento
22/05/2017 Le ciliegie Sweet diventano IGP (e arrivano anche le amarene)
22/05/2017 Francia: +10% nel raccolto di ciliegie
22/05/2017 Valfrutta Fresco presenta Meloro, il melone dolce e croccante
22/05/2017 Il Piel de Sapo ha un grande potenziale sul mercato internazionale: parola di Rijk Zwaan
22/05/2017 Il percorso storico del ciliegio acido: ieri oggi e domani (seconda parte)
22/05/2017 Kiwi: comparsa di ceppi di Pseudomonas syringae resistenti al rame in actinidieti colpiti dalla batteriosi
22/05/2017 Piemonte: dopo la nocciola, ora si punta sulla noce!
22/05/2017 Licata (AG): tavolo tecnico per il crollo del prezzo del melone retato
22/05/2017 Albisole, l'albicocca a marchio si fa strada

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*