Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

Parola di Yvonne Legros (Legros Bio)

Tra dieci anni tutta l'Europa mangera' biologico

Con 30 anni di esperienza nel settore del biologico, Yvonne Legros è sicura: non passerà molto tempo prima che il consumatore europeo richieda esclusivamente frutta e verdura biologiche. "Ciò che abbiamo sempre desiderato sta per diventare realtà".

Nel 2003, Yvonne ha fondato l’azienda francese all'ingrosso Legros Bio. Ha iniziato con poco e ora ha una fiorente attività con un fatturato annuo di 20 milioni di euro. "Non mi aspettavo che diventassimo così grandi. Negli ultimi 5 anni, la domanda di prodotti biologici è salita alle stelle, soprattutto sul mercato francese. La domanda è partita da persone con uno stile di vita completamente bio, ma ora è una scelta di tutti".

Secondo Yvonne, è stato il mercato stesso a creare la domanda di prodotti biologici: "L'offerta è cresciuta enormemente negli ultimi anni. In Spagna, ad esempio, sono aumentati sia i produttori che i terreni. I molti prodotti immessi sul mercato hanno richiesto un buon piano di marketing e un numero maggiore di negozi per la vendita di prodotti biologici".

Oggi, quasi ogni supermercato francese ha un vasto assortimento di biologico, con i consumatori che continuano a chiederne di più. Yvonne ha dichiarato: "Tutta l'Europa sta vivendo lo stesso sviluppo. La metà dei nostri prodotti è destinata all'esportazione, principalmente in Germania, dove vediamo aumentare anche la domanda".

Yvonne non si sofferma a lungo sulla questione se frutta e verdura biologiche diventeranno, a livello europeo, più importanti di quelle convenzionali. "Ogni decennio è un passo nella giusta direzione. Siamo più vicini che mai. Penso che i consumatori, entro dieci o quindici anni, chiederanno solo frutta e verdura biologica a residuo zero".

Concorrenza tra prodotti senza pesticidi
L'anno scorso è stata lanciata in Francia l'etichetta "Zéro résidu de pesticides": un'etichetta per prodotti senza agrofarmaci. Si presenta come una via di mezzo tra il prodotto convenzionale e quello biologico, ed è ormai arrivato nei supermercati. Yvonne ritiene che questa etichetta non rappresenti una minaccia a breve termine per l'assortimento bio. "In realtà è solo una buona campagna marketing".

"Non è ancora molto presente sul mercato l'etichetta Zéro résidu de pesticides, quindi non è ancora ben noto ai consumatori. I prodotti biologici, d'altra parte, ricevono abbastanza pubblicità, quindi il cliente conosce il prodotto e lo cerca. La situazione potrebbe cambiare molto nel giro di uno o due anni, ma per ora l'etichetta senza pesticidi non rappresenta una minaccia".

I 25 dipendenti di Yvonne sono soprattutto donne. "E' una decisione consapevole: scelgo con attenzione i miei dipendenti e mi piace lavorare con le donne, anche se si sta unendo al nostro team un numero sempre maggiore di uomini".

Inoltre, Yvonne fa tutto il possibile per rendere la sua azienda la più confortevole possibile per il suo team, con un asilo nido aziendale e persino corsi di meditazione durante l'orario di lavoro. "Il lavoro nel settore ortofrutticolo e lo stress vanno di pari passo. Tutti hanno più telefoni e computer da tenere d'occhio durante il giorno e tutte le informazioni devono essere elaborate simultaneamente. Questo stress non favorisce la vita privata, quindi, facciamo del nostro meglio per compensare".

Per maggiori informazioni:
Legros Bio 
582 Avenue de Bruxelles 
66000 Perpignan - Francia
Tel.: +33 (0)4 68 92 91 01

Data di pubblicazione :
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018