Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Maltempo, si contano i danni di una grandinata in Sicilia

Una grandinata che, la scorsa domenica 16 aprile, ha colpito una vasta area della campagna siciliana, seppur di breve durata, è stata molto violenta e accompagnata da un vento molto intenso che ne ha incrementato la gravità.

Ancora prematuro quantificare i danni economici o azzardare bilanci complessivi sulle reali entità dei danni alle produzioni agricole.

Ne parla per FreshPlaza il dottor Gaetano D'Imprima, agronomo e amministratore delegato dell'azienda D'Imprima Ortofrutta S.r.l. Una realtà produttiva consolidata di circa 70 ettari, nei quali si coltivano agrumi e frutta, con produzioni a filiera controllata.

"Grandine, pioggia e vento hanno colpito a fasce diverse zone dell'areale compreso tra Scordia, Lentini, Palagonia, ma anche parte della Piana di Catania e della provincia di Caltanissetta.

La nostra azienda ha diversi siti produttivi dislocati in più contrade, in una di queste, nello specifico, la grandine ha seriamente danneggiato quasi 500 quintali di albicocche della varietà Wonder Cot, con una perdita economica che ammonta a circa 50.000 euro considerando i prezzi alla produzione, mentre in un'altra contrada non abbiamo riscontrato nessun danno".



"Lo stesso dicasi per le aziende agricole facenti parte della nostra cooperativa che si trovano in provincia di Caltanissetta - sottolinea Gaetano - alcune di queste hanno subito lievi danni, con la perdita di pochi frutti per pianta, altre danni un po' più importanti e altre nessun danno".



Sono state colpite particolarmente le produzioni di albicocche precoci, con perdita del 20% del prodotto, in quanto già in fase di ingrossamento e maturazione; ma non è escluso che ci siano ripercussioni anche sulle produzioni di altra frutta estiva. Ancora troppo presto per valutare i danni sulle piante di agrumi, in particolare quelle più giovani.



"Noi produttori sempre più frequentemente facciamo i conti con anomalie climatiche imprevedibili rispetto alle temperature stagionali".



Per fortuna l'azienda, fa parte del "Consorzio Difesa Produzioni Intensive della Regione Sicilia - Catania", con il quale ha stipulato delle polizze assicurative proprio sui danni da grandine.



Purtroppo rimane ovviamente il danno produttivo e commerciale che andrà ad influire notevolmente sulla prossima campagna delle drupacee.


In foto, il team del consorzio siciliano che tutela le produzioni agricole intensive dalle calamità naturali.

Il dottor Giuseppe Raimondi, direttore del Consorzio Difesa Produzioni Intensive della Regione Sicilia dichiara: "E' ancora presto per valutare in modo preciso i danni delle grandinate di aprile, forse ci vorranno mesi.

"Al momento sappiamo con certezza che i fenomeni grandinigeni dei giorni 6/7/8/16 aprile hanno interessato diverse provincie siciliane con danni anche severi alle produzioni tardive di agrumi della varietà Valencia, e delle varietà precoci di frutta, in particolare: pesche, albicocche, nettarine".

"I comuni siciliani maggiormente colpiti sono: Villasmundo, Scordia, Lentini, Carlentini, Augusta. Lievi danni alle produzione nell'areale di: Canicattì, Delia, Riesi, Naro e Caltanissetta".

Contatti:
D'Imprima Ortofrutta S.r.l.
Contrada Monaco

95048 Scordia (CT)
Cell.:(+39) 349 5752825
Tel.: (+39) 095 5877308

Email: info@dimprimaortofrutta.it
Web: www.dimprimaortofrutta.it

Consorzio Difesa Produzioni Intensive
della Regione Sicilia

V.le XX settembre, 11
95128 Catania
Tel.: 095 432010
Web: www.condifesacatania.it

Data di pubblicazione: 21/04/2017
Autore: Concetta Di Lunardo
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/04/2018 L'Albania e' il tesoro nascosto dell'Europa
20/04/2018 Da un prodotto biologico ci si aspetta anche un imballaggio sostenibile
20/04/2018 Approvato regolamento sul biologico: le nuove regole UE criticate dall'Italia
20/04/2018 Grande successo per le riunioni tecniche di Arrigoni in Sicilia
20/04/2018 Che fine fanno le normative italiane sull'etichettatura dopo l'approvazione del Reg. UE?
19/04/2018 Croazia: calo nella produzione di mandaranci, pere, susine, brassiche, carote, aglio e cipolla
19/04/2018 Dallo Sri Lanka per incontrare clienti europei
19/04/2018 Empack e Packaging Innovations: il reportage fotografico
18/04/2018 Zerbinati partner di Vanity Fair alla Design Week
18/04/2018 Serbia: controllo straordinario di tutti gli importatori ortofrutticoli
18/04/2018 UE: consenso unanime dei ministri dell'Agricoltura alle norme sulle pratiche sleali
18/04/2018 Estensione d'impiego di Decis Evo di Bayer per il controllo dell'insetto vettore di Xylella fastidiosa
18/04/2018 Un sacchetto per le mele progettato per essere differente
17/04/2018 Il Gruppo La Linea Verde con Ortomad in mostra al Fuorisalone con 1DERBOX
17/04/2018 Il Rublo perde di valore a causa delle nuove sanzioni USA
17/04/2018 EVEO: accordo in esclusiva per l'Italia con IPAG e nuovo brand
17/04/2018 Una delegazione dell'ambasciata cubana incontra le cooperative associate a Legacoop Lazio
17/04/2018 Isola robotizzata della Morgante Engineering and Systems per produttori di succhi confezionati
17/04/2018 UE: ok all'indicazione di origine in etichetta sull'ingrediente principale
17/04/2018 CSO Italy approva un bilancio positivo e si prepara al proprio ventennale di attivita'

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*