Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

La clessidra

Per il primo anno con il riconoscimento di tutela e il disciplinare rinnovato

A pieno regime la campagna Pera dell'Emilia Romagna IGP

E' partita già nel mese di luglio la campagna della Pera IGP dell'Emilia Romagna 2018/2019 con la commercializzazione di Carmen e Santa Maria, le due varietà estive inserite per la prima volta nel disciplinare di Produzione IGP.

Questa campagna è inoltre la prima gestita dal Consorzio dopo aver ottenuto il riconoscimento di Tutela.

Con Decreto del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali del 19 Aprile 2018 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n 109 del 12/5/2018 viene riconosciuto il Consorzio di Tutela della Pera dell'Emilia Romagna IGP ai sensi della Legge 526/99, un risultato importante per tutto il comparto.

Con la Tutela il Consorzio della Pera dell'Emilia Romagna IGP acquisisce funzioni di controllo e vigilanza istituzionali, può avanzare proposte di disciplina, regolamentare e svolgere compiti consultivi, relativi al prodotto interessato, e collaborativi, nell'applicazione della legge. Inoltre, può espletare attività di assistenza tecnica, di proposta, di studio, di valutazione economico-congiunturale dell'IGP, nonché ogni altra attività finalizzata alla valorizzazione del prodotto sotto il profilo tecnico e dell'immagine.

Il Consorzio collabora, secondo le direttive impartite dal Ministero, alla tutela e alla salvaguardia della IGP da abusi, atti di concorrenza sleale, contraffazioni, uso improprio delle denominazioni tutelate e comportamenti comunque vietati dalla legge. Il Consorzio svolge le funzioni di tutela, di promozione, di valorizzazione, di informazione del consumatore e di cura generale degli interessi della relativa denominazione, nonché azioni di vigilanza da espletare prevalentemente alla fase del commercio, in collaborazione con l'Ispettorato Centrale della tutela della Qualità e Repressione Frodi dei prodotti agro-alimentari (ICQRF) e in raccordo con la Regione.

Il Consorzio ha messo a punto il regolamento interno che evidenzia le modalità di adesione per le aziende che intenderanno certificare le superfici nelle aree previste dal Disciplinare.

CSO Italy - Centro Servizi Ortofrutticoli svolge il ruolo esecutivo nelle attività previste dal Consorzio, come già avviene per il Consorzio di Tutela Pesca e Nettarina di Romagna IGP e per il Consorzio di Tutela dell'Asparago Verde di Altedo IGP.

Piergiorgio Lenzarini, presidente del Consorzio della Pera dell'Emilia Romagna IGP 

"Siamo già nel pieno dell'attività commerciale per le Pere dell'Emilia Romagna IGP – dichiara il presidente del Consorzio Piergiorgio Lenzarini – siamo partiti a luglio con le varietà estive Carmen e Santa Maria, proseguendo poi con la William e attualmente con tutte le varietà autunnali e la sensazione è quella che ci sia una rinnovata attenzione e richiesta sul prodotto a origine certificata che si avvantaggia, tra l'altro, della possibilità messa a punto dal Consorzio, di realizzare azioni di co-labeling sia con brand dei produttori sia con i distributori".

In tema di valorizzazione il Consorzio proseguirà nelle attività volte a rafforzare l'identificazione tra prodotto e territorio attraverso azioni di comunicazione sui media, la partecipazione ad eventi di carattere regionale e nazionale e attraverso azioni di promozione sui punti vendita. Il Consorzio di Tutela della Pera dell'Emilia Romagna IGP è capofila del Progetto Europeo multipaese dedicato alle DOP e IGP che vede coinvolte la Francia, la Spagna e l'Italia. Attraverso il progetto saranno realizzate iniziative di promozione e valorizzazione sull'intero territorio nazionale che andranno a rafforzare l'immagine di un prodotto che rappresenta uno dei fiori all'occhiello dell'ortofrutta italiana.


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018