Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

Il commento di Frank Ocampo (Hage' International)

Ricavi contenuti per ananas e lime al momento

"Il mercato dei lime si è stabilizzato da alcune settimane ormai, mentre ad agosto e settembre ci sono stati alti e bassi. L'offerta da Messico e Brasile è stata normale, con volumi non eccessivi. Tuttavia, di grandi vendite e campagne non ce ne sono state". E' quanto dichiarato da Frank Ocampo dell'olandese Hagé International. Le carenze sono state quasi inesistenti grazie alla fornitura stabile da entrambi i Paesi.

I prezzi continuano a oscillare tra 5 e 7 euro. "Le quotazioni sono andate flettendo dalla fine del mese scorso. Ciò è dovuto al fatto che sul mercato spot ci sono stati volumi maggiori a disposizione. Questo aumento è dovuto a minori programmi di fornitura. E' stata registrata anche un'offerta leggermente più abbondante dal Messico. Nella regione messicana di Martinez de la Torre si è avuta una buona produzione".

Non c'è molto da guadagnare
Negli Stati Uniti, i prezzi dei lime sono risultati migliori; ciononostante, il volume diretto alle destinazioni europee è rimasto invariato. "Come di consueto, nelle ultime settimane i volumi dal Brasile sono stati più bassi. Si prevede che quantitativi maggiori tornino sul mercato alla fine di ottobre". L'attuale prezzo dei lime messicani oscilla intorno a 5 euro e la situazione resterà tale anche nelle prossime settimane.

"Non c'è molto da ricavare in questo segmento di prodotto. Tuttavia, si guadagna abbastanza da sopravvivere. Il mercato dovrebbe rimanere più o meno lo stesso nelle prossime settimane. Pure se ci fosse un rincaro sul fronte dei prezzi, verrebbe tenuto a bada dall'aumento dei volumi, visto che il mercato dovrà essere condiviso con i prodotti brasiliani".

"Il mercato dei lime varia di anno in anno, nonostante la coltivazione controllata in Brasile e Messico. Non si può dare per scontato che offerta e prezzi saranno gli stessi ogni stagione. Visto l'export previsto da Brasile e Messico, nelle prossime settimane non prevedo incrementi per i prezzi dei lime".

Ananas
"Per gli ananas, l'aumento pronosticato dei prezzi, a seguito degli scioperi in Costa Rica, alla fine non si è verificato. C'è sempre stato un surplus di scorte, nelle ultime settimane, dovuto in parte alla fornitura abbondante e alle vendite deboli durante l'estate. Molti importatori erano di buon umore per via degli scioperi, in quanto speravano di spuntare prezzi tra 9 e 10 euro sul mercato libero. Ma ciò non è accaduto".

"I prezzi hanno raggiunto, al massimo, 7,50 euro per i calibri 10, 9 e 8 e 8,50 euro per le pezzature 7, 6 e 5. Attualmente, arrivano volumi doppi da ogni parte. Questo significa che i prezzi sul mercato varieranno ancora una volta tra 5 e 8 euro. Gli ananas a basso prezzo consisteranno principalmente in frutti vecchi che non sono compresi nelle nuove spedizioni o che provengono da scorte precedenti".

Surplus
Gli ananas freschi resteranno a buon prezzo per i programmi di fornitura e anche sul mercato libero. L'importatore ha affermato: "Tuttavia, il surplus ritardato andrà a creare un parametro irrealistico. Non aiuterà neanche a ottenere il prezzo giusto sul mercato". Si prevede che le quotazioni si manterranno stabili nelle prossime settimane. "E' un'annata molto povera, in termini di vendite, rispetto alle due precedenti. I volumi elevati e la domanda bassa hanno reso difficile la copertura dei costi. Non credo che la situazione possa migliorare, quest'anno".

Anche per il 2019, le aspettative degli ananas appaiono desolanti. Le società di spedizione hanno incrementato le tariffe per tutta l'America Centrale. Questo avrà un impatto su meloni e ananas provenienti da quella zona. La produzione è aumentata anche in Costa Rica: "Alcuni grandi agricoltori continuano a piantare indisturbati nuove piantagioni, nonostante non ci sia più spazio sul mercato. In questo senso - ha continuato Frank - gli importatori dovranno prestare molta attenzione a ciò che importano".

"C'è bisogno di mantenere competitivi i prezzi dei programmi. Ci sarà bisogno anche di conservare una quotazione stabile sul mercato libero. Nessuno è interessato a prezzi di 5 euro. Le settimane con livelli superiori a 10 euro diventeranno più rare. Il fenomeno correlato è che Panama è stata più attiva sul mercato, nelle ultime settimane. In alcuni casi - ha concluso Frank - la qualità del prodotto panamense è persino migliore rispetto a quella degli ananas costaricani".

Per maggiori informazioni:
Frank Ocampo
Hagé International
1 Spoorwegemplacement
2991 VT Barendrecht - Paesi Bassi
Tel.: +31 (0) 180 648 765
Email: F.ocampo@thegreenery.com 
Web: www.hage-international.nl 

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018