Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Agro Mediterranea Group: innovazione e' la parola chiave per l'Italia e l'estero

Articoli di punta della sarda Agro Mediterranea Group sono pomodori, carciofi, melone Piel de Sapo, angurie e mini angurie. "Quest'anno - spiega a FreshPlaza Andrea Manca - proporremo un melone gialletto a polpa rossa, con entrata in produzione nel mese di giugno, e un melone retato a polpa verde. Un lavoro importante viene fatto però con il Piel de Sapo, su una cinquantina di ettari in tunnel, con scalarità a partire dai primi di maggio fino a ottobre".



Il Gruppo sta per terminare la stagione del carciofo. "Mancheranno ancora una ventina di giorni - continua Andrea - Lavoriamo soprattutto i carciofi in vassoio, articolo per noi di rilievo. Questo packaging, che conta 4 capolini senza gambo, è diventato molto popolare negli ultimi anni. I danni causati dal maltempo a inizio d'anno hanno creato una scarsità di alcune orticole e il mercato non ha mancato di notarlo. Tra queste i carciofi, che si sono presentati con capolini più piccoli rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso".



A inizio marzo si è registrato un aumento della produzione, così i prezzi hanno teso al ribasso, nonostante la crescente richiesta. La raccolta del carciofo della Agro Mediterranea Group è partita nella prima settimana di ottobre.

"Per quanto riguarda i pomodori, il mercato attuale è soddisfacente per via della generale mancanza di prodotto in tutta Italia. In particolare, lavoriamo con la tipologia Camone, detto Moro Sardo, di forma sferica e regolare, piccola pezzatura e con colorazione che può andare dal rosso acceso al verde intenso in prossimità del picciolo. Presenta una grande consistenza e croccantezza e ha un gusto armonico ed equilibrato. Offriamo il prodotto in diversi packaging brandizzati da 250 e 500 grammi, casse alla rinfusa".



Le produzioni provengono in misura maggiore dai territori dei comuni di Villasor, Decimoputzu, Serramanna, Samassi, Cabras, Sulcis e Valledoria, per la coltivazione del carciofo. Per quella dei pomodori le aree di produzione più importanti sono situate nei territori dei comuni di Capoterra, S.Margherita, Pula, Sulcis, Assemini.

Il Gruppo opera sia in Italia sia all'estero. "Esportiamo i nostri principali prodotti in Svizzera, Austria e un po' di volumi in Inghilterra, Croazia e Cipro. La Svizzera non chiede grandi quantitativi, però con questa nazione facciamo un lavoro costante".

Innovazione è la parola chiave tanto per l'Italia quanto e soprattutto fuori confine. "Lavorando prevalentemente con la Grande distribuzione organizzata italiana ed estera - spiega Andrea - e mancando ormai una vera e propria stagionalità delle produzioni, ci siamo resi conto che c'è una ricerca di qualcosa di diverso rispetto allo standard: nuovi imballaggi, nuove tipologie di prodotto, nuove esperienze in termini di gusto".



A questo proposito, il responsabile aziendale ci parla di un lavoro mirato che si è programmato per l'anno prossimo con gli asparagi. "Stiamo realizzando un sistema diverso di confezionamento del prodotto, una vaschetta molto probabilmente, per evitare la subitanea perdita di freschezza dell'asparago. Puntiamo quindi a un prodotto più integro possibile e che tenga bene anche sul banco del supermercato".

Cavolfiore
Da fine settembre ai primi di aprile il Gruppo produce e commercializza anche cavolfiore, una coltura di completamento della gamma che pesa il 10% sul fatturato. "Rispetto alla stagione precedente - precisa Andrea - possiamo definire la campagna sicuramente positiva. Il freddo di gennaio ha infatti fatto mancare la materia prima e i prezzi hanno superato i 2 euro/kg. Con il caldo c'è stato un accavallamento di lotti di prodotto e le quotazioni hanno teso, inevitabilmente, al ribasso".

Nell'arco della stagione appena conclusa, si sono movimentate in media 10.000 tonnellate di prodotto, venduto esclusivamente alla grande distribuzione sarda. Il prezzo medio di vendita si è aggirato intorno a 1,10 euro. "Non ha senso spedire il nostro cavolfiore fuori dall'isola, nonostante qualitativamente non abbia da invidiare nulla al resto delle produzioni italiane. E' una scelta dettata dai costi di trasporto. In media parliamo di almeno 0,20 euro in più rispetto a regioni quali la Campania".

Agro Mediterranea Group
Il Gruppo è formato da tre realtà: Agro Mediterranea Distribuzione srl, specializzata nella programmazione della produzione e distribuzione di prodotti ortofrutticoli sulla Gdo; Agro Mediterranea srl, specializzata nella programmazione delle produzioni e commercializzazione su normal trade; Soc. Agricola Sapore Sardo, specializzata nella produzione di prodotti ortofrutticoli.



Tutte le aziende agricole di Agro Mediterranea Group sono specializzate nelle produzioni orticole nel totale rispetto delle tecniche stabilite nel disciplinare e in conformità alle specifiche di fornitura dettate dai clienti. Il Gruppo si affida alle innovative tecnologie di produzione senza abbandonare le tecniche e le usanze diffuse nel territorio.

Opera principalmente in 4 macro aree: infrastruttura produttiva e coordinamento delle aziende conferitrici; scelta varietale per mezzo di vivai certificati; strategia e politica distributiva e commerciale; marketing e supporto logistico. La mission è quella di soddisfare al meglio le aspettative dei clienti e dei consumatori finali.

Contatti:
Andrea Manca
Agro Mediterranea Group
Tel.: +39 342 3390390
Email: andrea.manca@agromed.it
Web: www.agromed.it

Data di pubblicazione: 21/04/2017
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2017 Ucraina: aumentate di sei volte le esportazioni di carote
31/07/2017 Romania: nel 2016, produzione vegetale tripla rispetto a quella animale
31/07/2017 Fagiolino di Sant'Anna: verdura antica e dimenticata della Toscana
31/07/2017 Syngenta: le ultime selezioni di cucurbitacee proposte al mercato
31/07/2017 New Delhi virus: un problema crescente soprattutto per le cucurbitacee
28/07/2017 Sipo: richieste dei clienti in linea con il 2016
28/07/2017 Ravanello: l’accumulo di metalli pesanti nell’ipocotile dipende dal genotipo
28/07/2017 Selezioni indiane di basilico per olio essenziale
28/07/2017 Ortica: da erba infestante a officinale ottima in cucina
28/07/2017 Pomodorino del piennolo del Vesuvio: un progetto di recupero della biodiversita' andato a buon fine
27/07/2017 Cipro trae vantaggio dal crescente appetito di gombo
26/07/2017 Il biologico cresce anche nel settore delle erbe aromatiche
25/07/2017 Pomodoro da industria: e' iniziata la trasformazione della materia prima
25/07/2017 Primo semestre 2017: consumi in crescita per la IV Gamma
25/07/2017 Aglio Rosso di Sulmona pronto per la vendita
25/07/2017 Spagna: i pomodori Piccolo arrivano sugli scaffali dei supermercati per la prima volta
24/07/2017 Funghi Funghi (Belgio): sono arrivati i primi gallinacci dalla Bielorussia
24/07/2017 Il ciliegino Mandello e il portinnesto Kaiser sono approdati in Tv
24/07/2017 Ad agosto ricomincia la messa a dimora dei funghi coltivati
21/07/2017 Cina: i prezzi dei broccoli sul mercato interno sono migliori di quelli ottenuti all'estero

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*