Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Nuova Zelanda: la produzione di kiwi lasciata quasi indenne dal ciclone Cook

Pare che il Ciclone Cook non abbia causato gravi danni ai coltivatori di kiwi della Nuova Zelanda. MetService aveva messo in guardia il Paese sostenendo che la perturbazione potesse essere la peggiore registrata dal 1968.

La tempesta è passata sopra Bay of Plenty, Gisborne e Hawkes Bay, facendo saltare la luce nelle zone costiere e costringendo all'evacuazione migliaia di residenti. Tuttavia, le allerte sono state cancellate la mattina dopo e i produttori di kiwi ne sono usciti relativamente indenni.



L'amministratore delegato di New Zealand Kiwifruit Growers Incorporated, Nikki Johnson, ha dichiarato di non avere ricevuto alcuna notizia di danni gravi e ha affermato che nonostante la regione sia il fulcro della produzione dei kiwi, le ultime piogge sono state un problema solo per le proprietà che hanno patito danni durante il ciclone tropicale Debbie.

"L'85% dei frutti si coltivano in quell'area (Bay of Plenty) e le proprietà interessate sono state solo 10-15. I venti sono stati l'altro motivo di preoccupazione e al momento è ancora troppo presto per determinare l'entità dei danni dato che i produttori stanno ancora valutando lo stato dei loro frutti".

La regione, che è nelle prime fasi di raccolta, si era appena ripresa dalle notevoli piogge dell'evento climatico della settimana precedente, abbattutosi anche sull'Australia settentrionale.

I kiwi sono i prodotti maggiormente esportati del Paese e vengono spediti in 59 nazioni di tutti i continenti del mondo. La stagione è cominciata in ritardo, ma comunque prima rispetto all'anno scorso e Johnson ha dichiarato che i produttori non vedono l'ora che arrivino periodi più secchi.

Autore: Matt Russell

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 21/04/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

28/04/2017 Cina: anche i mango maturi possono avere una shelf life lunga
28/04/2017 USA: un parere sulla stagione dei cachi d'importazione
28/04/2017 Albicocche Mogador spagnole ben accolte in Francia
28/04/2017 Bengal Agricola (Colombia): prevista una produzione di ananas superiore del 18%
28/04/2017 Grande potenziale per i mirtilli precoci della Georgia
28/04/2017 Il punto sulla campagna fragole e ortaggi di AOP Luce
28/04/2017 Alla scoperta delle proprieta' nutrizionali delle amarene, protagoniste di un convegno a giugno
28/04/2017 Consorzio Uva di Mazzarrone IGP: primi stacchi previsti per il 15-20 maggio
28/04/2017 Ciliegie: attesi volumi record in Spagna
28/04/2017 Bisceglie: manca poco alla raccolta di lamponi Glen Lyon in serra
28/04/2017 Aumenta il consumo di lamponi e mirtilli in Cile
27/04/2017 Pan di zucchero, l'ananas bio che arriva dalle cooperative del Togo
27/04/2017 Danni certi per le mele, le pere potrebbero salvare i frutticoltori
27/04/2017 E' davvero il tempo delle mele, ma non senza impianti di irrigazione anti-gelo
27/04/2017 Trentino e Alto Adige: melicoltori preparati ad affrontare le gelate
27/04/2017 Europa: mercato vuoto, bramoso di drupacee
27/04/2017 Spagna: arrivano le prime angurie di Almeria
27/04/2017 Produzione cilena di kiwi inferiore alla norma
26/04/2017 Candonga Fragola Top Quality ® in tour negli store RED Feltrinelli
26/04/2017 Assomela al Mac Fruit Attraction

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*