Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Natural Weed Control, il primo eco-diserbante italiano

Arriva dalla Sardegna il primo eco-diserbante che potrebbe sostituire i diserbanti di sintesi tradizionali, caratterizzati da sostanze tossiche, persistenti e bioaccumulabili, considerate nocive per ambiente, animali e uomo. In Italia il consumo di tali sostanze in orti, vigneti e frutteti è tra i più alti d'Europa: ogni anno si utilizzano circa 135mila tonnellate di erbicidi, con una media di oltre 5 kg per ettaro.

Il team di ricerca coordinato da Daniela Ducato, leader di Edizero Architecture of Peace, insieme a Ortolana, azienda appartenente al circuito Edizero, hanno realizzato l'eco-diserbante Natural Weed Control: il primo diserbante a base di olio di oliva, malvasia, estratti di lana di pecora e di derivati della lavorazione di prodotti agricoli, che viene vaporizzato con appositi mezzi agricoli meccanici.

Daniela Ducato spiega che Natural Weed Control è nato dall'esigenza di salvaguardare le api; successivamente ci si è resi anche conto del pericolo delle sostanze tossiche che vengono utilizzate con estrema disinvoltura per sul verde urbano e che rappresentano un rischio non solo per gli animali domestici, ma per gli stessi bambini che giocano nei parchi.



Ortolana Natural Weed Control funziona come un cappotto termico capace di accumulare e trattenere il calore. Il calore - tra gli 80°C e i 98°C - viene trattenuto all'interno delle cellule della pianta e immagazzinato nelle radici con effetto siccativo-erbicida e di rallentamento della crescita. Il prodotto deve essere usato esclusivamente con specifico macchinario agricolo per diserbo a vapore.

L'acqua contenuta in cisterna raggiunge una temperatura di lavoro di 140°C in modalità diserbo. L'eco-diserbante viene miscelato all'acqua che, surriscaldata in modo graduale, in conformità dello stato vegetativo dell'area da trattare, garantisce un'essiccazione delle erbe infestanti già al primo passaggio. Mentre per il controllo completo sono necessari, mediamente, tre trattamenti l'anno.

Le versioni proposte del macchinario sono tre: quella articolata, la trainata e la portata, a seconda delle esigenze.



Il macchinario trasmettitore di vapore è stato modificato e migliorato dall'azienda Cavalli&Cavalli per permettere il trattamento con l'eco-diserbante  e offrire così un trattamento di copertura termica ottimale per trattenere il calore derivato dal vapore.

Data di pubblicazione: 23/03/2017
Autore: Emanuela Fontana
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

22/06/2017 Lattuga: diradatrici automatiche riducono i costi della manodopera
21/06/2017 Thailandia: sviluppato un rivestimento per mascherare l'odore del durian
20/06/2017 Agricoltura 4.0: "L'innovazione tecnologica e' gia' presente nei campi, ma restano i problemi infrastrutturali e burocratici"
20/06/2017 350 frutticoltori hanno partecipato all'incontro sulle macchine alternative al diserbo
20/06/2017 Il futuro della raccolta dei kiwi passa per i robot
19/06/2017 Dopo la malaria, reti ZeroFly ® anche contro la cimice asiatica
19/06/2017 Nuove centraline modificano in automatico il turno irriguo in base al meteo
15/06/2017 Stati Uniti: dispositivi per previsioni accurate su resa e qualita' dei prodotti ortofrutticoli
14/06/2017 Francia: macchina per la misurazione della durezza dei frutti rivoluziera' il mercato
13/06/2017 ASAP: sistema di monitoraggio della siccita' in tempo reale in 80 paesi
12/06/2017 Satelliti UE contro le crisi alimentari
08/06/2017 Conservazione pomacee: un'analisi genetica per l'1-MPC
07/06/2017 La tecnologia di Zest Labs rende piu' accurate le date di scadenza dei prodotti ortofrutticoli
07/06/2017 A Tel Aviv esposizione di nuove varieta' ortofrutticole
07/06/2017 Un prodotto biologico contro le cidie del castagno
07/06/2017 Spettroscopia NIR per quantificare carotenoidi e zuccheri nelle angurie in tempo reale lungo la linea di lavorazione
06/06/2017 Melo, scoperte le regioni del genoma responsabili dello sviluppo del frutto
06/06/2017 Potatura meccanica, un solo passaggio per abbattere i costi
05/06/2017 Robot raccoglitore di piccoli frutti in arrivo
01/06/2017 Romagna in Campo, novita' dal mondo della meccanizzazione

 

Commenti:


Buongiorno, sono un tecnico agronomo di una grande azienda che opera nel verde pubblico trevigiano e abbiamo necessità di raccogliere informazioni su prodotti/macchinari che controllano lo sviluppo delle erbe infestanti e vi chiedo se potete aiutarci in questo, grazie mille Fabiana Toppan
fabiana , treviso , spresiano (email) - 05/06/2017 11:23:44


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*