Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Nirosa 2, albicocca di belle speranze

Poche varietà ma che diano davvero delle risposte al mercato, e di riflesso ai produttori. Questo l'obiettivo del Progetto Maspes di cui ha parlato Stefano Foschi, ricercatore del Crpv, durante un convegno tenutosi nei giorni scorsi al Mercato di Cesena. Il progetto, coordinato dal Crpv, è finanziato dalle Op Apofruit, Apoconerpo, Orogel Fresco, Pempacorer e riguarda il miglioramento varietale di albicocco e pesco.


Pianta di Nirosa

"Autofertile, di buon sapore, - ha esordito Foschi - con produttività regolare, buona tenuta sulla pianta e resistente a Sharka. Sono questi i i caratteri sui quali la ricerca si sta concentrando. Nell'ambito del progetto Maspes non abbiamo certo la smania di licenziare tante varietà. Attualmente l'attenzione è concentrata su Nirosa 2 che, pur se ancora in fase di valutazione, stanno dando buoni risultati".


Nirosa 2 matura in epoca Luna-Bora

Nirosa 2 matura in epoca Luna-Bora, è ben colorata, è autofertile e ha un buon sapore.


Nirosa 1, autofertile e di buon sapore

Foschi, parlando a una platea di oltre 50 persone fra agricoltori, tecnici e commerciali, ha portato avanti alcuni ragionamenti circa la scelta varietale. "Ricordiamo - ha sottolineato - che l'industria non gradisce varietà rosse, perché il colore non si adatta al risultato finale di succhi e marmellate. Questo lo dico perché a volte in campagna si sente dire che se una varietà non si vende nel canale del fresco, la si può sempre dirottare all'industria. E invece non è così per tutte".

Più che un convegno con relatore e spettatori, c'è stato un vero scambio di opinioni con i presenti. Alcuni hanno sottolineato che negli ultimi anni delle varietà non hanno prodotto nulla o quasi, come, ad esempio, Bora. Foschi ha replicato che è vero, anche se in realtà occorre verificare caso per caso. L'andamento meteo, la potatura, il microclima e la gestione dell'agricoltore sono tutti fattori che influiscono sulla produttività. Senza dimenticare che nel 2016 forti piogge in fioritura hanno compromesso tutta l'annata dell'albicocco.

"Non esiste la varietà perfetta per tutti - ha concluso Foschi - e io non mi sento certo di consigliarla. Il successo dell'albicocco dipende al 50% dalla varietà, ma al 50% dagli altri fattori fra cui la gestione da parte dell'agricoltore".

Data di pubblicazione: 17/03/2017
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2017 Situazione critica per i prezzi delle pesche: le denunce di Alleanza Cooperative, Cia e Coldiretti Cuneo
31/07/2017 Previsioni WAPA-Prognosfruit: volumi in calo per mele e pere europee
31/07/2017 Performance dell'uva da tavola senza semi BRS Isis, resistente al mal bianco
31/07/2017 Spagna: attesi kaki con calibri maggiori
31/07/2017 Cina: produzione a contratto per i meloni cantalupo
31/07/2017 Jaguar Fruit: come evolve la domanda cinese di frutta importata
31/07/2017 Cina: il mango di Panzhihua
31/07/2017 Veneto: la cimice asiatica devasta i frutteti della Marca, danni fino al 50%
31/07/2017 Agriz coltiva l'Emblema dell'estate grazie alla selezione di anguria della Cora Seeds
31/07/2017 Via libera dall'Unione europea alle albicocche DOP della Turchia
31/07/2017 Analisi sensoriale utile per capire cosa vuole il consumatore. Guarda tutte le foto!
31/07/2017 OP La Deliziosa: prezzi in crescita e strategia di green marketing per il ficodindia Sicilio
31/07/2017 La produzione di pesche percoche presso la lucana Di Stasi
31/07/2017 Spagna: Kiwi Atlantico produrra' anche actinidia gialla e rossa
28/07/2017 La produzione di mele tradizionali e club in Canada
28/07/2017 Un'azienda agricola cilena di Dole ottiene la certificazione Rainforest Alliance
28/07/2017 Nuove acquisizioni per Orsero Spa
28/07/2017 L'impronta ecologica dell'avocado in confronto con quella delle banane
28/07/2017 Cina: produzione di pitaya in serra
28/07/2017 Galilee Export prevede di raddoppiare i volumi di datteri Barhi

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*