Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Marocco e Francia sono i principali fornitori di prodotti orticoli sul mercato spagnolo

Secondo i dati del Direttorato generale delle dogane, processati dall'associazione spagnola FEPEX, l'import spagnolo di frutta e verdura fresca dal Marocco nel 2016 ha raggiunto un valore di 413,3 milioni di euro; un incremento del 23% rispetto al 2015. Il Paese nordafricano sta quindi rafforzando la sua posizione come principale fornitore della Spagna, seguito dalla Francia con 315 milioni di Euro (+24%).

L'import spagnolo di frutta e verdura marocchina è cresciuto del 221% negli ultimi cinque anni, da 128,7 milioni di euro nel 2012 a 413,3 milioni di euro nel 2016. Il Marocco rappresenta il 18% delle importazioni orticole totali della Spagna. Nel 2016 il valore degli acquisti di verdure marocchine era di 237,6 milioni di euro, il 14% in più rispetto al 2015, di cui 132 milioni di euro erano rappresentati da fagiolini e 32,4 milioni di euro da pomodori. Il valore delle importazioni di frutta dal Marocco è stato di 176 milioni di euro, il +36%. La crescita maggiore è stata quella dei piccoli frutti, in particolare lamponi, con il 60% in più, per un valore di 55 milioni di euro; mirtilli, con il 32%, per un valore di 34,5 milioni di euro e le fragole, con il 38% in più e un valore di 25 milioni di euro.

Dopo il Marocco, il secondo fornitore di frutta e verdura della Spagna è la Francia, con 315 milioni di euro (+24%) e 797.275 ton (+6%). La Francia rappresenta il 13,6% dell'import totale della Spagna, con tra i prodotti più rappresentativi le patate, con 146 milioni di euro (+62% rispetto al 2015) e le mele, con 57,1 milioni di euro (+9%). Per quanto riguarda le verdure, altri prodotti degni di nota sono i fagioli, con 14,1 milioni di euro (+46%) e la lattuga, con 12,5 milioni di euro (-3%). Per quanto riguarda la frutta, si sono distinte anche le arance, con 8,5 milioni di euro e le banane, con 8,2 milioni di euro.

Il Perù è il terzo principale fornitore di frutta e verdura della Spagna con 163,4 milioni di euro, seguito da Paesi Bassi, Argentina, Italia, Portogallo e Costa Rica. Degna di nota è la crescita negli acquisti dei Paesi Bassi, con 142 milioni di euro (+25%) e 199.663 ton (+34%). Le patate, con 31 milioni di euro (+18%) e i pomodori, con 27 milioni di euro (+8%) sono i principali prodotti importati dai Paesi Bassi. Vale la pena notare anche l'import di pere, con 10 milioni di euro; arance, con 8,7 milioni di euro e l'uva da tavola, con 7,7 milioni di euro.

Infine, secondo i dati del Direttorato generale delle dogane del Ministero dell'economia, dell'industria e della concorrenza, processati da FEPEX, nel 2016 l'import spagnolo di frutta e verdura fresca è aumentato del 17% in termini di valore rispetto all'anno precedente, con un importo di 2.313 miliardi di euro e del 12% in termini di volume, totalizzando 2,8 milioni di ton.



Fonte: fepex.es

Data di pubblicazione: 16/03/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

24/05/2017 Disponibilita' sufficiente di pomodori svizzeri
24/05/2017 Slovenia: nel 2016 produzione ortaggi in aumento del 16% rispetto al 2013
24/05/2017 Asparagi di Cantello, da 200 anni sulle tavole dei varesini
24/05/2017 Spagna: prezzi alle stelle per gli asparagi
24/05/2017 Calo nei prezzi degli ortaggi a frutto dopo un inizio di stagione insolito
24/05/2017 Alcuni dati sulle carote
23/05/2017 La Spagna si aspetta volumi di aglio simili a quelli dell'anno scorso
23/05/2017 Dragon's Breath: il peperoncino piu' piccante al mondo
23/05/2017 Florette lancia la nuova linea di spalmabili naturali
22/05/2017 I pomodori turchi torneranno in Russia questo inverno?
22/05/2017 In corso la Settimana della Biodiversita' Pugliese
19/05/2017 Love my Salad incontra la fantasia dei bambini
19/05/2017 Lattuga: e' il momento di pensare alle coltivazioni estive
18/05/2017 Be!Bio di Bonduelle: la scelta giusta per rispondere alle esigenze del consumatore moderno
18/05/2017 Spagna: cresce la coltivazione di zucca nocciolina
18/05/2017 Erbe aromatiche italiane apprezzate all'estero
17/05/2017 Ortive in serra: offerta in aumento per pomodori, fagiolini e melanzane. Prezzi in calo
17/05/2017 Ortaggi invernali: il bilancio della campagna 2016/17
17/05/2017 Gli spaghetti di verdura Mangiatutto di Orsini e Damiani saranno anche Bio
17/05/2017 Mercato lattuga in affanno. Situazione migliore per i carciofi

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*