Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Gli ostacoli che ancora frenano la ripresa italiana secondo il rapporto Ancd Conad

Non c'è molto di cui stare allegri per quanto emerso ieri a Roma in occasione della presentazione del X Rapporto sulla legislazione commerciale di Ancd Conad.

Burocrazia, mancata concorrenza, illegalità e corruzione. A più di otto anni dall'inizio della crisi economica, sono ancora questi i legacci che impediscono all'Italia di ingranare la marcia della ripresa.

Confindustria attribuisce alla burocrazia un costo del 4 per cento del Pil e all'insufficiente concorrenza un altro 11 per cento. Se poi la corruzione fosse portata al livello di quella spagnola il Pil potrebbe crescere dello 0,6 per cento.



L'Italia nella classifica delle liberalizzazioni
Nell'Indice delle liberalizzazioni 2016 dell'Istituto Bruno Leoni l'Italia totalizza 70 punti su 100. Siamo lontani dai 94 punti della Gran Bretagna, gli 80 della Spagna, i 79 dei Paesi Bassi.

Mentre il Ddl concorrenza 2015 è fermo in Parlamento da più di due anni, alcuni settori economici restano imbrigliati da inutili vincoli di natura corporativa, e attendono una spinta liberalizzatrice che elimini barriere alla vendita per liberalizzare i prezzi.



L'Italia nella morsa della burocrazia
Nella relazione 2015-2016 sulla competitività globale del Forum economico mondiale, l'inefficienza della burocrazia è considerata il principale ostacolo all'attività commerciale e imprenditoriale in Italia. Contemporaneamente l'eccesso di norme spesso in conflitto tra loro concorrono a rallentare i processi imprenditoriali, costringendo le imprese a continui stop&go. E' necessario che l'Italia recuperi efficienza che le consenta di scalare le classifiche che la vedono al 65esimo posto nel rapporto "Doing business".



L'(in)certezza del diritto
Con una media di 608 giorni, l'Italia è al terz'ultimo posto nell'Unione Europea per lunghezza dei processi di prima istanza civili e commerciali. Sono tempi che non consentono la rapida definizione dei contenziosi che possono riguardare le imprese, e che scoraggiano gli investimenti. Ogni imprenditore ha necessità di operare in un sistema organizzato con regole certe e condivise, efficiente, semplice e fruibile, che garantisca a tutti le medesime condizioni per competere lealmente in un mercato libero.

La mancanza di questi requisiti genera incertezza, ritardi nella definizione delle procedure burocratiche e rischia di alimentare fenomeni di illegalità diffusa.

Vogliamo parlare anche della corruzione?
Secondo la ricerca Corruption Perceptions Index 2016 di Transparency International, l'Europa continua ad essere tra i continenti più virtuosi, in termini di livelli di corruzione, con Danimarca, Finlandia, Svezia, Svizzera, Norvegia, Paesi Bassi e Germania tra i primi dieci Paesi più virtuosi.

L'Italia, però, arriva solo decine di posizioni dopo, con un punteggio di 47, sotto la media globale di 43, nonostante sia migliorata di 3 punti rispetto al 2015. Davanti a noi anche Ungheria, Giordania, Romania e Cuba.

Data di pubblicazione: 17/02/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/02/2017 Paolo Bruni e Mario Guidi ricordano lo scomparso Xavier Beulin, presidente degli agricoltori francesi
20/02/2017 Clima: El Nino e' di nuovo alle porte?
20/02/2017 Commissione UE taglia 130 milioni di euro all'agricoltura, di cui 16 in Italia
20/02/2017 La filiera italiana della canapa prova a ripartire dalla legge: ma ancora manca tutto il resto
20/02/2017 Droni: non e' difficile pilotarli. Basta capire a cosa servono
17/02/2017 Continua la collaborazione fra Fondazione Mach, Apot e Melinda
17/02/2017 Nuovo presidente per SHAFFE, fissate le priorita' per il nuovo anno
17/02/2017 Riforma bio: la presidenza UE presenta un nuovo testo di compromesso
17/02/2017 Fruitimprese: ultimi dati sul commercio estero ortofrutticolo italiano
17/02/2017 Abilitazione alla guida dei trattori: fra 24 giorni l'ultimatum
17/02/2017 Convenzione Fruitimprese-Conai per la gestione degli imballaggi
17/02/2017 Anadiag Italia: un 2017 all'insegna dell'innovazione
16/02/2017 Slalom con le mele alla Marlene ® Cup
16/02/2017 PromPeru' lancia il brand Superfoods Peru'
16/02/2017 La Commissione UE propone nuove norme per l'ok a OGM e agrofarmaci
16/02/2017 Il ministro russo all'agricoltura: stop all'embargo quando avremo reciprocita'
16/02/2017 Confagricoltura Lazio e Cia: i farmer's market vanno aperti a tutti gli agricoltori
16/02/2017 A Macfrut previsti espositori da 40 nazioni diverse
16/02/2017 Nel 2016 solo una lievissima contrazione della spesa familiare per i beni agroalimentari
15/02/2017 Il Parlamento europeo approva l'accordo commerciale UE-Canada CETA

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*