Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Irpinia: il trionfo della produzione biologica 'Verdi Fattorie' di Sant'Angelo all'Esca (AV)

Le colline dell'Irpinia in Campania sono uno spettacolo della natura, macchia mediterranea e uliveti a perdita d'occhio a ricoprire le colline che si susseguono una dopo l'altra. A Sant'Angelo all'Esca, posta proprio sulla sommità di un colle a quota 460 metri, si svela la storia e la realtà di "Verdi Fattorie Società Agricola srl", azienda che è stata la prima a seguire un progetto di fattoria didattica nell'Avellinese, sede operativa della Dieta Mediterranea, luogo dove si confezionano prelibatezze da ortofrutta locale e, naturalmente, olio.



"Mi sono formato e ho lavorato come ingegnere, poi mi sono attivato anche nella vita politica diventando pure sindaco del paese – dice Mario Penta, titolare dell'azienda – ma non ho mai reciso il mio legame familiare, il mio cordone ombelicale con il mondo dell'agricoltura. Ogni fine settimana tornavo a lavorare nei miei terreni. Nel 2000 iniziai a dare vita al mio progetto d'azienda, volevo fare altro nella vita, creare del bello, buono e sano dalla mia terra. L'inaugurazione completa fu nel 2005. Anche se il mio primo pensiero fu il frantoio, andai a confrontarmi con altre realtà italiane viaggiando per convegni e saloni. Ricordo specialmente un evento a Bologna".



Da lì l'azienda ha preso la forma che oggi la contraddistingue, produzione totalmente biologica certificata, coltivazione e trasformazione di frutta, verdure e ortaggi, tutto dai terreni che la stessa Verdi Fattorie ha nel suo patrimonio: 18 ettari in totale, 5 ettari a seminativo e orto, poi 3 tra noceti, nocelleti e castagneti, 2 a frutteti e vigneti, circa 6 ettari di uliveti, 2 ettari di bosco,aree che si trovano tra i 400 e gli 800 metri sul livello del mare, suddivisi nei comuni di Sant'Angelo all'Esca, Taurasi, Montefalcione e Castelvetere.



Proprio nel segno dell'organizzazione, valorizzazione territoriale e delle sue colture, il paese fa parte dell'Unione dei Comuni "Terre di Mezzo" costituita il 21 ottobre 2014 con gli altri centri di Mirabella Eclano, Fontanarosa, Luogosano, Taurasi.



"Mi piacque aggiungere l'aspetto della fattoria didattica perché incantato dalle realtà trovate in altre regioni – prosegue Mario Penta – proponendola in zona per la prima volta e acquisendo tale esperienza da essere punto di riferimento per le successive che qui sono sorte, oltre che essere consultato come esperto quando vollero realizzare simili realtà in Lucania. Serve a trasmettere ai bambini l'amore per la terra, le tradizioni, la conoscenza delle nostre colture. Inserirei l'educazione alimentare e ambientale nei programmi scolastici".



Un attaccamento per la terra che scaturisce nei prodotti Verdi Fattorie fra sughi pronti, confetture, conserve di pomodoro, conserve sottolio, lavorazione della frutta secca, di legumi, combinazioni di ingredienti e sapori con la produzione di miele e l'elaborazione di particolari prodotti da forno come il cantuccio irpino, al suo interno le nocciole biologiche, prodotto senza uova e ammoniaca.

Confetture di fichi, fichi e miele, fichi e noci, "utilizziamo il Fico rosso di San Mango, tipico di quest'area – racconta l'ingegnere Penta – e lo abbiniamo alle nostre noci, mentre per la scelta del connubio con un miele, ne abbiamo provati diversi e poi, per il perfetto abbinamento di gusto, s'è scelto il miele di acacia". A seguire la marmellata extra di arance e la extra di limoni.

Poi i sughi pronti da ricette locali utilizzando prodotti freschi, di stagione, il sugo alla rucola (passata di pomodoro, rucola, olio extravergine di oliva, carota, aglio, cipolla, sale), alla Contadina (passata di pomodoro, peperoni, melanzane, olio extravergine di oliva, carota, aglio, cipolla, basilico, sale), all'Arrabbiata (passata di pomodoro, peperoni, peperoncini, olio extravergine di oliva, carota, aglio, cipolla, basilico, sale), alle melanzane, al basilico, infine la classica passata di pomodoro e i pomodorini salsati (pomodorini tipici dei Colli d'irpinia, coltivati solo nei terreni dell'azienda secondo il disciplinare dell'agricoltura biologica, raccolti e selezionati a mano, conservati in una salsa di pomodorini mediante un processo di lavorazione artigianale nell'impianto aziendale).



Conserve sottolio come quella di melanzane selezionate una ad una e lavorate a mano senza l'aggiunta di conservanti e additivi chimici, di melanzane grigliate e di peperoni grigliati, tutte utilizzando ricette tipiche per la preparazione e olio extra vergine della stessa azienda (come per gli altri prodotti che ne prevedono l'utilizzo). Non si può non citare il paté di olive in barattoli da 212ml, da cultivar Ravece conosciuta anche come Curatona o Olivona, tipica dell'Irpinia ed esclusiva quasi completa della provincia di Avellino, oliva ben nota per le sue preziose qualità organolettiche e che sta alla base dell'olio extravergine di oliva "Irpinia Colline dell'Ufita Dop" nella cui zona di produzione ricade Verdi Fattorie.



"Prendendo ad esempio le melanzane grigliate, il procedimento prevede diverse fasi – dice Mario Penta – Semplifico per non palesare tutto il percorso di preparazione e confezionamento: le melanzane subiscono una prima scottata in aceto bianco, poi vengono esposte al sole per un giorno, a seguire la grigliatura. L'inserimento nei vasetti è a mano come per molti nostri prodotti. Il procedimento è attentamente seguito, monitorato per garantire la certificazione Bio dal terreno al vasetto".



Contatti:
Verdi Fattorie - Società Agricola s.r.l.
Contrada Piergolo
83050 Sant'Angelo all'Esca (AV)
Tel./fax: (+39) 0827 78018
Email: info@verdifattorie.it
Web: www.verdifattorie.it
Per info e prenotazioni fattorie didattiche, visite in azienda ed eventi vari:
Tel./fax: (+39) 328 6436694
Email: eventi@verdifattorie.it

Autore: G.G. per FreshPlaza

Data di pubblicazione: 07/02/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

25/09/2017 Tutelare il Fico bianco del Cilento Dop dalle contraffazioni
25/09/2017 Presto si potra' acquistare rucola 'fresca' nel bancone dei surgelati
22/09/2017 Kale Insal'Arte: l'alleato contro l'autunno
21/09/2017 Savini Tartufi: un'esperienza sensoriale dal gusto toscano
20/09/2017 Doppia trasferta internazionale per Natura Nuova
20/09/2017 Sapori di Puglia dell'azienda Spina: 300 referenze garantite dalla tracciabilita' di filiera
18/09/2017 Batteriosi del pomodoro: OI Pomodoro Industria Nord Italia istituisce fondo di emergenza per anticipare parte dell'indennizzo della Regione Emilia-Romagna
18/09/2017 A Tavola con... l'evento romano dedicato alle ricercatezze gourmet
18/09/2017 I prodotti surgelati sono buoni quanto i freschi, ma i consumatori ne sono consapevoli?
15/09/2017 Agrumi-Gel: Salvatore Imbesi parla degli accordi di filiera con Ortogel
15/09/2017 Svezia: sempre piu' popolari gli spuntini di frutta gia' tagliata
14/09/2017 I trasformati siciliani a marchio Mama tra gli espositori al World Food Moscow 2017
14/09/2017 Passata di pomodoro fortificata con antociani
14/09/2017 Etnadolce punta ai trasformati Gluten Free e senza olio di palma
13/09/2017 Sa Marigosa premiata al Bellavita Awards London 2017 per i suoi trasformati di Carciofo Spinoso di Sardegna DOP
12/09/2017 Finalmente distribuiti in farmacia i preparati AppleMets a base di polifenoli della Melannurca
11/09/2017 Bio Awards 2017: Zerbinati premiato al Sana per il secondo anno consecutivo
11/09/2017 Foggia: pomodori in anticipo, raggiunto il tetto dei 24 milioni di quintali
08/09/2017 Cia Ferrara: per il pomodoro da industria una campagna positiva solo a meta'
08/09/2017 Canapa e nocciole, la crema 'made in Tuscia' sbarca in Giappone

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*