Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Test Elisa per la diagnosi rapida del cancro batterico del kiwi

Gli esopolisaccaridi fitotossici prodotti da Pseudomonas syringae pv. actinidia (Psa), l'agente causale del cancro batterico del kiwi, sono stati isolati e parzialmente identificati. La loro attività fitotossica è stata valutata sulle piante ospiti e non-ospiti ed il loro ruolo nei complessi meccanismi di interazione ospite-patogeno è stato discusso in uno studio pubblicato a fine dicembre sulla rivista Phytochemistry Letters.

Lo studio è stato condotto da ricercatori dell'Università di Napoli Federico II e dal CRA - Unità di ricerca per la Frutticoltura di Caserta i quali hanno utilizzato gli esopolisaccaridi fitotossici, che sono gli antigeni naturali isolati da Psa, per produrre anticorpi policlonali specifici, ottenuti dall'immunizzazione di ratti con l'antigene.


Foglie di Actinidia deliciosa cv. Hayward infettate con 1 (A), 4 (B) e 6 (C) mg/mL di esopolisaccaridi.

Gli anticorpi sono stati utilizzati per sviluppare un metodo Elisa rapido e specifico in grado di individuare inequivocabilmente gli esopolisaccaridi di Psa isolati sia da coltura batterica sia da foglie di kiwi infette. Gli anticorpi hanno riconosciuto gli esopolisaccaridi prodotti da altri due ceppi di Psa ma non hanno reagito con quelli isolati da Pseudomonas syringae pv. syringae e Pseudomonas syringae viridiflava. Inoltre, gli stessi anticorpi hanno riconosciuto significativamente gli esopolisaccaridi estratti dalle foglie di kiwi infette.

I ricercatori affermano: "Questi anticorpi ci hanno permesso di utilizzare il metodo Elisa come efficace strumento di rapida rilevazione immunochimica del cancro batterico del kiwi".

Fonte: Alessio Cimmino, Marco Iannaccone, Milena Petriccione, Marco Masi, Marco Evidente, Rosanna Capparelli, Marco Scortichini, Antonio Evidente, 'An ELISA method to identify the phytotoxic Pseudomonas syringae pv. actinidiae exopolysaccharides: A tool for rapid immunochemical detection of kiwifruit bacterial canker', 2017, Phytochemistry Letters, Vol. 19, pag. 136–140.

Contatti:
Antonio Evidente
Dipartimento di Scienze Chimiche, Università di Napoli Federico II
Complesso Universitario Monte S. Angelo,
Via Cintia 4, 80126 Napoli
Email: evidente@unina.it

Data di pubblicazione: 11/01/2017
Autore: Emanuela Fontana
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

24/01/2017 Spagna: spedite 815 ton di drupacee in Cina nel 2016
24/01/2017 Verdura Stick: la quarta gamma che sfonda in tutti i mercati
24/01/2017 OP Monte aderisce al Consorzio Dori' Europe
24/01/2017 Conservazione e valorizzazione dell'Annurca: due aspetti fondamentali per la Regina delle Mele
24/01/2017 Arrivo imminente delle uve indiane al porto di Rotterdam
23/01/2017 Le ciotole energetiche Power Bowl firmate F.lli Orsero
23/01/2017 Coating a base di Aloe gel e olio essenziale di rosa canina raddoppia la conservabilita' delle susine President
23/01/2017 Buone prospettive di crescita per gli avocado marocchini
23/01/2017 Polonia: crescono produzione ed esportazione di ortofrutta
23/01/2017 Piemonte: costituito Comitato Scientifico sulla Nocciola
23/01/2017 Paesi Bassi: arrivate le prime uve sudafricane della Dew South
23/01/2017 Cultivar di susino europeo interessanti per la qualita' nutrizionale
23/01/2017 USA: grande fornitura di kiwi sulla East Coast, ma la richiesta al momento e' bassa
23/01/2017 Con la selezionatrice Unitec Melinda ha superato le sfide della stagione ciliegie 2016
20/01/2017 Presentato il nuovo disciplinare Pere Igp dell'Emilia Romagna
20/01/2017 Eveo Intensive migliora la performance dell'uva da tavola Victoria in serra
20/01/2017 Papaya Formosa: un prodotto in diretta dal Brasile
20/01/2017 Ad Amsterdam il primo 'avocado bar' d'Europa
20/01/2017 L'uva da tavola certificata Uvitaly riscuote successo sul mercato e tra i produttori
20/01/2017 Stabili pere e kiwi, incremento dei volumi scambiati per le mele

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*