Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Raccolti sei settimane prima rispetto all'ortaggio standard

La Spagna produce mini porri per la grande distribuzione inglese

Le aziende Greenshoots (Regno Unito) e Beyond Fields (Spagna) stanno sviluppando un progetto per la produzione di mini porri in Spagna. L'iniziativa ha il sostegno di un importante retailer del Regno Unito, che, per il momento, sarà il principale destinatario del prodotto.

Greenshoots è uno dei maggiori produttori di porro nel Regno Unito e Beyond Fields è un produttore spagnolo specializzato, con aziende agricole a Siviglia. "Il progetto è alla sua seconda stagione", spiega Enrique Parias, direttore di Beyond Fields. In futuro, l'obiettivo è coltivare in maniera biologica.



"Il nostro cliente vuole sostituire i mini porri prodotti in Sudafrica, dato che la produzione in Spagna offre grandi vantaggi: il prodotto è più fresco di quello dei paesi africani e la logistica è più semplice. Perciò la conservabilità migliora sostanzialmente. Un altro vantaggio è la riduzione dell'impatto ambientale e dell'uso di sostanze chimiche".

La prima stagione del progetto è stata un successo. La qualità del prodotto era eccezionale e si è registrata una fornitura continua per 20 settimane. L'obiettivo per la seconda stagione è quello di consolidare il progetto in termini sia di coltivazione sia di logistica, e di aprirsi ad altri paesi.

"I mini porri prodotti in Spagna sono disponibili tra gennaio e giugno - ha sottolineato Parias - L'obiettivo è stato quello di ottenere il prodotto più fresco possibile e di avere il pieno controllo della catena del freddo".

Si tratta di un prodotto "gourmet". Sono raccolti sei settimane prima dei porri standard e lavati subito dopo in campo. Il sapore dolce e la succulenza sono davvero apprezzati dagli chef gourmet.

Secondo Parias, si tratta di un'interessante nicchia di mercato in cui non c'è molta concorrenza. "Per ora, lavoreremo con questo cliente, e dopo il consolidamento, vogliamo crescere con questo prodotto e offrirlo ad altri potenziali acquirenti".

In questa stagione, il progetto prevede anche prove su altri prodotti baby, come ad esempio carote, cavolfiori, pastinaca e barbabietole.

Per maggiori informazioni:
Enrique Parias
Beyond Fields
Cell.: +34 663 267 919
Email: eparias@bebeyond.es
Web: www.lajoyadelacorona.es

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 11/01/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

24/02/2017 Ridimensionamento dei prezzi in campagna per carciofi, cavoli, insalate e spinaci
24/02/2017 L'aglio italiano spinge sulla meccanizzazione per migliorare la qualita'
24/02/2017 Nuove frontiere dell'orticoltura: i microgreens tra i protagonisti a Macfrut 2017
24/02/2017 La ricerca Enza Zaden guarda anche al futuro del Vertical Farming
23/02/2017 Massimo Pavan e' il nuovo Coordinatore del Comitato di prodotto del Pomodoro da mensa di Ortofrutta Italia
23/02/2017 I radicchi Pan di zucchero di Enza Zaden al vaglio degli addetti ai lavori
23/02/2017 I Paesi Bassi insoddisfatti per la qualita' degli ortaggi spagnoli a inizio anno
23/02/2017 In questo periodo il fagiolino di qualita' viene dal Senegal
23/02/2017 Nuovi mix di germogli dell'azienda "Vivo"
23/02/2017 Garlic Solutions scompone le teste d'aglio in spicchi con buccia
23/02/2017 La Spagna produce oltre il 50% dell'aglio dell'UE
23/02/2017 Martini punta alla Gdo estera
22/02/2017 Al-Andalus Fructus acquista direttamente dal produttore
22/02/2017 Syngenta lancia la nuova gamma Baby leaf pensata per la IV gamma e i gusti dei consumatori
22/02/2017 Asparago, una primizia che tutti stanno cercando
22/02/2017 Germania: raccolto record di asparagi nel 2016
22/02/2017 Svizzera: aumento nella produzione di funghi
21/02/2017 Sono pronti i cicorini, radicchi di primavera
21/02/2017 Indivia belga, piace nelle confezioni da 500 grammi
21/02/2017 OP Fonteverde: inversione di tendenza da parte del mercato estero. E ritorna l'interesse sull'offerta siciliana

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*