Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



La testimonianza di Arjan de Cock (Grape Alliance)

Namibia: aumento della produttivita' del 30% con il nuovo sistema di confezionamento per l'uva

Quando si procede con l'imballaggio della frutta è necessario avere a disposizione sul posto strumenti adeguati per assicurare qualità ai clienti, ma è importante anche motivare i dipendenti che confezionano ogni giorno per lunghi periodi di tempo. Ad Aussenkehr, in Namibia, una società ha trovato il modo per farlo con un sistema completo per centri di imballaggio fornito dall'azienda Marco.

Clicca qui per vedere il reportage fotografico

Il sistema hi-tech di Marco nel centro di imballaggio.


Grape Alliance ha installato il nuovo sistema in questa stagione e sta già godendo di un aumento del 35% nella produttività del proprio centro di imballaggio. Arjan de Kock ha portato FreshPlaza in visita all'impianto per dare uno sguardo al nuovo sistema in azione.

"Rispetto allo scorso anno abbiamo ampliato l'impianto e ora disponiamo di un sistema di confezionamento completo prodotto dall'azienda Marco - ha spiegato Arjan - Nel centro ci sono 300 nuove bilance e schermi che mostrano l'andamento della prestazione individuale e complessiva. Tutto ciò motiva i lavoratori, come si può vedere dal confronto con altri centri di imballaggio. Si tratta di un sistema molto più personalizzato, dato che ognuno può accedere alle bilance con i propri dati e che i salari sono determinati in base alla performance individuale e non su quella di tutto il centro".

Clicca qui per vedere il reportage fotografico

Ogni dipendente accede al sistema con i propri dati.

"Possiamo anche visualizzare la confezione e le specifiche tecniche per fugare qualsiasi dubbio i lavoratori possano avere. Se le specifiche cambiano o se c'è un problema, possiamo segnalare il tutto subito sullo schermo".

Arjan ha lavorato a stretto contatto con Murray Hilborne della ditta Marco, per adattare il sistema alle esigenze di Grape Alliance. "Murray e io abbiamo parlato della struttura del display e del software e abbiamo lavorato per implementare schermi personalizzati adatti a importare repentinamente eventuali problemi di controllo di qualità, video informativi e tutorial per garantire che tutto il centro di confezionamento venga allertato immediatamente".

"E' molto importante, dal momento che confezionando diverse specifiche su una sola linea, i confezionatori devono decidere autonomamente quale imballare. Non tutti i lavoratori sanno leggere, ma tutti riescono a comprendere immagini e video. Trasmettiamo le immagini di una scatola verde, per esempio, o la busta giusta o la foto del tipo di uva che deve essere confezionato".

Clicca qui per vedere il reportage fotografico

La linea confeziona 300 cestini al minuto.

Arjan ha progettato un'interfaccia in tempo reale utilizzando i dati di Marco che vanno associati con il manager di linea. Normalmente i dati sono sul server. L'interfaccia fornisce i dati delle bilance, la produttività, le percentuali di scarto e i punteggi delle prestazioni di qualsiasi confezionatore direttamente al direttore del piano.

"In alcuni centri di imballaggio abbiamo delle telecamere a circuito chiuso in caso di comportamento sospetto, ma qui non sono presenti. Alcune persone possono avere difficoltà a contare, ma alcuni provano a barare e grazie a questi dati immediati possiamo prenderli da parte e far loro sapere che sappiamo cosa stanno facendo. Di solito questo è sufficiente per farli desistere e, nel complesso, i nostri operai namibiani sono molto affidabili".


Lo schermo mostra le informazioni ai dipendenti.

Grape Alliance utilizza il sistema della Marco ad Aussenkehr; poi sposta l'intera installazione nella zona più tardiva dell'Hex River. "E' costruito molto bene ed è facile da spostare - ha spiegato Arjan - Ad Aussenkehr imballiamo solo per 6 settimane, perciò ha perfettamente senso spostare l'attrezzatura". 

L'obiettivo principale è quello di avere il controllo di qualità online perché il direttore di linea deve insegnare ai lavoratori in tempo reale i requisiti di qualità. "I lavoratori sono pagati per la quantità, mentre la società è pagata per la qualità e quello che si vuole fare è unire le due cose. Non riuscivamo a farlo prima di avere questo sistema. E' il primo anno che siamo riusciti a provarlo in anteprima e, sulla base dei risultati, lo presenteremo con l'azienda Marco alla fiera Fruit Logistica 2017 di Berlino".

Clicca qui per vedere il reportage fotografico

Per maggiori informazioni:
Arjan de Cock
Grape Alliance
Tel.: +27 23 354 8152
Email: arjan@grapealliance.co.za
Web: www.grapealliance.co.za

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 09/01/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

24/03/2017 Solo la scienza applicata al mondo vegetale potra' garantire cibo di qualita' a tutti
24/03/2017 Metodi per migliorare la consistenza dei lamponi freschi e surgelati
23/03/2017 Natural Weed Control, il primo eco-diserbante italiano
22/03/2017 Scienziati potenziano le sostanze nutritive negli ortaggi per aumentare l'interesse del consumatore
21/03/2017 L'Olanda investe in dati satellitari per l'agricoltura di precisione
21/03/2017 Unisorting in fase di test per nuove tecnologie di selezione delle pere
20/03/2017 Una macchina danese taglia i costi di manodopera e incrementa la produttivita'
17/03/2017 Ozono, valida opzione per sanificare ortofrutta e ambienti di conservazione
17/03/2017 Sviluppato il pomodoro arancione-marrone con carotenoidi e clorofilla
17/03/2017 Regno Unito: gli scienziati hanno eliminato la stagionalita' dei broccoli
16/03/2017 Delajo: un'app per tutta la filiera agricola
16/03/2017 SmartPacker: quando la robotica contribuisce all'export di frutta
15/03/2017 Revisione genoma pesco, CREA capofila mondiale
14/03/2017 La nuova frontiera dell'innovazione passa per l'analisi delle immagini al posto di quella sui numeri
13/03/2017 FreshPlaza alla Bocconi per raccontare come l'ortofrutta risponde alle sfide globali attraverso l'innovazione
13/03/2017 Il "foodtech" italiano cresce e punta sull'agricoltura "smart"
10/03/2017 Nuova Zelanda: essiccare e polverizzare l'ortofrutta come risposta agli sprechi e nuova occasione di vendita
09/03/2017 Bucce di pomodoro come riempitivo di rinforzo della gomma naturale
09/03/2017 Packaging per mantenere le erbe aromatiche in perfette condizioni
07/03/2017 Imballaggi ad atmosfera modificata Xtend con controllo della condensazione per mele e pere

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*