Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



InnoFresh Packing: migliorie per la linea automatica di confezionamento dell'uva

La linea di confezionamento automatico introdotta dalla InnoFresh Packing nel 2015 per le uve in cestini è stata nuovamente migliorata in alcuni punti. La linea è stata testata nel corso della stagione passata all'estero e, successivamente, ha visto una revisione tecnica completa.

Durante la stagione europea sono stati apportati ulteriori miglioramenti tecnici minori: tra le altre cose, è stata aumentata la capacità da 110 a 130 confezioni all'ora. Grazie all'applicazione di un nuovo sistema di pesatura, è stata migliorata anche la precisione di riempimento, allo scopo di ridurre al minimo l'eccessivo riempimento.

Obiettivo: 60.000 cestini confezionati in questa stagione
InnoFresh Packing è una joint venture tra Budelpack e IQ Packing specificamente finalizzata all'imballaggio automatizzato delle uve in cestini. Con questa nuova linea, InnoFresh sta per cominciare la sua seconda stagione all'estero e sarà una stagione importante. "Negli ultimi mesi siamo riusciti a dimostrare ai vari clienti che siamo tecnicamente in grado di confezionare accuratamente le uve in cestini - ha dichiarato Peter Nieuwkerk - Durante la stagione estera appena cominciata, l'obiettivo sarà quello di imballare 60.000 confezioni".

I numerosi vantaggi dell'imballaggio dell'uva nei Paesi Bassi
"Nei Paesi Bassi l'imballaggio delle uve assicura che il punto di disaccoppiamento cliente-ordine sia spostato dal Paese di origine ai Paesi Bassi - ha spiegato Nieuwkerk - I rivenditori vogliono decidere il più tardi possibile con quale confezione offrire il prodotto al consumatore. Le uve indiane sono importate preconfezionate, è come il T-Ford: si può scegliere di tutto, basta che sia contenuto in un cestino da 500 grammi. Da ora in poi, questo cambiamento sarà permanente".

La linea automatizzata, in combinazione con una ulteriore ottimizzazione della catena, permettono di confezionare l'uva con una cura sempre maggiore nei Paesi Bassi. Questo porta a diversi vantaggi:
  • le uve possono essere importate sfuse, consentendo un volume maggiore del 30% nei container refrigerati;
  • il controllo del prodotto preconfezionato, che richiedeva tempo dopo l'arrivo, ora viene eseguito direttamente sulla linea di confezionamento. Di conseguenza, il prodotto non conforme non viene confezionato;
  • l'etichettatura specifica richiesta dal cliente viene effettuata direttamente nella linea di confezionamento e non richiede ulteriori manipolazioni;
  • grazie al confezionamento, nei Paesi Bassi sarà presto possibile anche offrire uve in imballaggi innovativi. I primi progetti ci sono già. Si provvederà anche a considerare imballaggi speciali per le uve dolci e senza semi, così da renderle più riconoscibili per i consumatori.
Web1: www.iq-packing.nl
Web2: www.budelpack.com

Data di pubblicazione: 10/01/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/04/2018 Assosementi: l'Agricoltura 4.0 inizia dal seme
19/04/2018 Nuovo metodo per informare tempestivamente i melicoltori su quando raccogliere
18/04/2018 Linfa, una mini serra idroponica in casa
18/04/2018 L'intelligenza artificiale fa passi da gigante in agricoltura
17/04/2018 La vetrina delle innovazioni della fiera Viva Fresh: il reportage fotografico
17/04/2018 Nuovo colorimetro per frutta e verdura
16/04/2018 Piccoli frutti: una macchina italiana per pesatura e confezionamento
16/04/2018 USA: il genome editing approvato per il miglioramento varietale delle piante
13/04/2018 Nuova tecnologia in post-raccolta per il trattamento degli avocado
13/04/2018 Conservazione a temperature prossime al congelamento, nuova tecnologia per le albicocche
12/04/2018 Produrre nuvole per contrastare la siccita'?
10/04/2018 Antartide: raccolta le prime verdure nell'orto sperimentale 'marziano'
09/04/2018 Scoperto ormone anti-siccita' che imprigiona l'acqua nelle piante
06/04/2018 Ikea studia il cibo del futuro e presenta cinque specialita' a base di insetti, alghe e micro verdure idroponiche
05/04/2018 I fiori di boraggine si possono conservare freschi fino a cinque giorni
04/04/2018 Analisi multiresiduale su lattuga in 15 minuti
04/04/2018 Una serra ad acqua marina per coltivare ortaggi in un mondo sempre piu' arido
03/04/2018 Istituto Italiano di Tecnologia: bioplastica dagli scarti ortofrutticoli
03/04/2018 Strumento non invasivo per controllare la maturazione della frutta tropicale
30/03/2018 Agricoltura verticale urbana: anche le pesche in futuro

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*