Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



InnoFresh Packing: migliorie per la linea automatica di confezionamento dell'uva

La linea di confezionamento automatico introdotta dalla InnoFresh Packing nel 2015 per le uve in cestini è stata nuovamente migliorata in alcuni punti. La linea è stata testata nel corso della stagione passata all'estero e, successivamente, ha visto una revisione tecnica completa.

Durante la stagione europea sono stati apportati ulteriori miglioramenti tecnici minori: tra le altre cose, è stata aumentata la capacità da 110 a 130 confezioni all'ora. Grazie all'applicazione di un nuovo sistema di pesatura, è stata migliorata anche la precisione di riempimento, allo scopo di ridurre al minimo l'eccessivo riempimento.

Obiettivo: 60.000 cestini confezionati in questa stagione
InnoFresh Packing è una joint venture tra Budelpack e IQ Packing specificamente finalizzata all'imballaggio automatizzato delle uve in cestini. Con questa nuova linea, InnoFresh sta per cominciare la sua seconda stagione all'estero e sarà una stagione importante. "Negli ultimi mesi siamo riusciti a dimostrare ai vari clienti che siamo tecnicamente in grado di confezionare accuratamente le uve in cestini - ha dichiarato Peter Nieuwkerk - Durante la stagione estera appena cominciata, l'obiettivo sarà quello di imballare 60.000 confezioni".

I numerosi vantaggi dell'imballaggio dell'uva nei Paesi Bassi
"Nei Paesi Bassi l'imballaggio delle uve assicura che il punto di disaccoppiamento cliente-ordine sia spostato dal Paese di origine ai Paesi Bassi - ha spiegato Nieuwkerk - I rivenditori vogliono decidere il più tardi possibile con quale confezione offrire il prodotto al consumatore. Le uve indiane sono importate preconfezionate, è come il T-Ford: si può scegliere di tutto, basta che sia contenuto in un cestino da 500 grammi. Da ora in poi, questo cambiamento sarà permanente".

La linea automatizzata, in combinazione con una ulteriore ottimizzazione della catena, permettono di confezionare l'uva con una cura sempre maggiore nei Paesi Bassi. Questo porta a diversi vantaggi:
  • le uve possono essere importate sfuse, consentendo un volume maggiore del 30% nei container refrigerati;
  • il controllo del prodotto preconfezionato, che richiedeva tempo dopo l'arrivo, ora viene eseguito direttamente sulla linea di confezionamento. Di conseguenza, il prodotto non conforme non viene confezionato;
  • l'etichettatura specifica richiesta dal cliente viene effettuata direttamente nella linea di confezionamento e non richiede ulteriori manipolazioni;
  • grazie al confezionamento, nei Paesi Bassi sarà presto possibile anche offrire uve in imballaggi innovativi. I primi progetti ci sono già. Si provvederà anche a considerare imballaggi speciali per le uve dolci e senza semi, così da renderle più riconoscibili per i consumatori.
Web1: www.iq-packing.nl
Web2: www.budelpack.com

Data di pubblicazione: 10/01/2017



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

28/03/2017 Potrebbero i codici a barre far parte del passato?
27/03/2017 Sensori a forma di frutto misurano le temperature durante le spedizioni
24/03/2017 Solo la scienza applicata al mondo vegetale potra' garantire cibo di qualita' a tutti
24/03/2017 Metodi per migliorare la consistenza dei lamponi freschi e surgelati
23/03/2017 Natural Weed Control, il primo eco-diserbante italiano
22/03/2017 Scienziati potenziano le sostanze nutritive negli ortaggi per aumentare l'interesse del consumatore
21/03/2017 L'Olanda investe in dati satellitari per l'agricoltura di precisione
21/03/2017 Unisorting in fase di test per nuove tecnologie di selezione delle pere
20/03/2017 Una macchina danese taglia i costi di manodopera e incrementa la produttivita'
17/03/2017 Ozono, valida opzione per sanificare ortofrutta e ambienti di conservazione
17/03/2017 Sviluppato il pomodoro arancione-marrone con carotenoidi e clorofilla
17/03/2017 Regno Unito: gli scienziati hanno eliminato la stagionalita' dei broccoli
16/03/2017 Delajo: un'app per tutta la filiera agricola
16/03/2017 SmartPacker: quando la robotica contribuisce all'export di frutta
15/03/2017 Revisione genoma pesco, CREA capofila mondiale
14/03/2017 La nuova frontiera dell'innovazione passa per l'analisi delle immagini al posto di quella sui numeri
13/03/2017 FreshPlaza alla Bocconi per raccontare come l'ortofrutta risponde alle sfide globali attraverso l'innovazione
13/03/2017 Il "foodtech" italiano cresce e punta sull'agricoltura "smart"
10/03/2017 Nuova Zelanda: essiccare e polverizzare l'ortofrutta come risposta agli sprechi e nuova occasione di vendita
09/03/2017 Bucce di pomodoro come riempitivo di rinforzo della gomma naturale

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*