Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Destagionalizzare il prodotto come snack

Mastrogregori: "Per castagne e marroni sara' un'annata difficile, di nuovo"

Tra la prossima settimana e la prima di ottobre, nella zona dei monti Cimini (Lazio) inizierà la raccolta di marroni e castagne. "Anche per quest'anno si prospetta un'annata difficile, le buone rese dell'anno scorso ci avevano dato l'illusione di essere tornati alla normalità, e invece...", ci spiega Aroldo Mastrogregori, titolare dell'omonima azienda. La ditta non produce castagne e marroni, ma li lavora e li commercializza freschi o come trasformati (farine, secchi, sciroppati e dal prossimo anno pelati surgelati), potendo contare su una rete di circa 100 tra produttori e fornitori.


Da sinistra Giuliana e Aroldo Mastrogregori e Sabrina Ferrami, della Mastrogregori. Qui al Macfrut 2016.

Ormai da tempo che il settore italiano della castanicoltura non se la passa bene (cfr. FreshPlaza del 23/10/2014): "Negli anni passati - riprende - il cinipide galligeno (la vespa cinese del castagno, ndr) aveva colpito in tutta Italia, causando moria e crolli di produzione. Poi il lancio di un insetto antagonista aveva tamponato la situazione, ma ora i cambiamenti climatici ci stanno facendo tornare indietro di nuovo. Quest'anno, nel periodo della fioritura e dell'impollinazione, c'è stato molto freddo e molta pioggia così è mancata l'allegagione. In queste settimane, po,i la siccità ci aveva fatto temere un ulteriore danno alla produzione e alla qualità, ma fortunatamente è arrivata la pioggia. Ora si stima un calo produttivo del 60%, in Italia: questo ci obbligherà a spostarci sulle produzioni estere come Spagna, Portogallo e Turchia, dove dovremo cercare varietà che, per qualità, siano simili al prodotto italiano".


Castagne fresche confezionate dalla Mastrogregori.

Ma, al netto del calo produttivo, il rischio per il settore è un altro. La situazione infatti, ci spiega Mastrogregori, "sta spingendo a un progressivo abbandono della coltura, specie tra i giovani, che non hanno un ritorno economico. Col cinipide oramai ci possiamo convivere, ma il problema vero potrebbero essere l'abbandono e l'incuria delle zone di produzione: potrebbero anche tornare delle patologie che erano state superate".


Le Mosciarelle, snack a base di castagne secche o morbide.

Quindi cosa serve per rilanciare il settore? "Avere pazienza, credere nella coltura. Stiamo parlando di un albero che è secolare, che ha attraversato i decenni e i loro cambiamenti, e che già da solo è capace di ricrearsi l'habitat in cui vivere, ma perché lo faccia non va abbandonato. In questo momento serve fiducia".


I Golosoni, lo snack ready to eat a base di marroni sgusciati e cotti al vapore.

La Mastrogregori commercializza il fresco e il trasformato nel canale Gdo sia nazionale sia estero al 50 e 50. All'estero spedisce soprattutto verso Austria, Svizzera e Germania e, riprende il titolare, "da poco verso l'Asia, specie in Giappone dove consumano tante castagne, perché sono la base di molti prodotti".

Per differenziare la propria produzione, da alcuni anni a questa parte l'azienda è entrata anche nel segmento degli snack, e lo ha fatto con un buon successo. Sei anni fa hanno lanciato Le Mosciarelle: delle castagne sgusciate secche o morbide già pronte, già pronte da mangiare. L'anno scorso hanno invece lanciato un nuovo snack a base di marroni sgusciati, cotti al vapore e confezionati in doypack: sono I Golosoni.

"Li commercializziamo - riprende Aroldo Mastrogregori - in una confezione da 100 grammi: è una monoporzione alternativa allo snack classico, alla barretta di cioccolato, un'alternativa naturale a qualcosa di industriale. E' una novità e chi lo compra poi lo ricompra: è un modo diverso di mangiare un prodotto normalmente associato all'inverno, al caminetto, alle caldarroste". Infatti I Golosoni possono destagionalizzare il prodotto: la confezione si conserva chiusa per 18 mesi; una volta aperta 2/3 giorni in frigorifero.

Contatti:
Mastrogregori Aldo & c. S.a.s.

Via del Ruscello, 16
01030 Vallerano (VT) - Italia
Tel.: (+39) 0761 752 325
Fax: (+39) 0761 019 945
Email: info@mastrogregori.it
Web: www.mastrogregori.it

Data di pubblicazione: 23/09/2016
Autore: Andrea Minghelli
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

21/07/2017 Spagna: i meloni Galia sono piu' economici di 30-40 cent al chilo
21/07/2017 Mappa interattiva del commercio globale di banane, avocado, ananas e angurie
21/07/2017 Messico: problemi climatici compromettono la produzione di avocado bio
21/07/2017 Spagna: mango biologici con una finestra commerciale migliore
21/07/2017 Guido Fruit (Belgio): maggio e giugno, mesi ottimi per le drupacee. Cominciata la stagione dell'uva italiana
21/07/2017 Confagricoltura Toscana: angurie non piantate a causa della siccita', persi 5 milioni di euro
21/07/2017 Azienda Coniglio: 30% in meno per le uve in generale, ma qualita' e sapore ottimi
21/07/2017 Nuove varieta' di pesche piatte con fondo chiuso e piu' colorate
21/07/2017 Futurpera 2017: il punto sul consumo globale e sui mercati esteri piu' promettenti per le pere
21/07/2017 Esportare drupacee in tutto il mondo e' possibile. Il Cile insegna
21/07/2017 Nuova Zelanda: la batteriosi dell'actinidia finisce in tribunale
20/07/2017 Francia: aumento della produzione di ciliegie e calo dei prezzi
20/07/2017 Reti e hydrocooler permettono profitti enormi nei ciliegieti
20/07/2017 Ci sono prospettive per le varieta' di mele Elstar e Jonagold?
20/07/2017 Coldiretti Viterbo: a terra fino al 30% di nocciole per il vento
20/07/2017 Melinda, dato previsionale mele: in media solo 35% di produzione
20/07/2017 Pere Coscia del comprensorio di Ribera (AG): ci sarebbero gli estremi per un marchio di tutela?
20/07/2017 Mercato pesante per pesche e nettarine, in rialzo le quotazioni per albicocche e ciliegie
20/07/2017 Polonia: previsto calo considerevole nel raccolto 2017 di pomacee
20/07/2017 La campagna dei piccoli frutti piemontesi procede secondo le aspettative

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*