Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Pubblicata dal Servizio fitosanitario regionale dell'Emilia Romagna

Sharka, ecco la mappa delle zone contaminate

Dopo i monitoraggi degli ultimi mesi, la Regione EmiliaRomagna ha aggiornato le "zone di insediamento", le "aree contaminate" e le "zone tampone" per contrastare la diffusione del virus della Sharka. In ognuna di queste aree è vietato l'esercizio dell'attività vivaistica di produzione di piante o materiale di moltiplicazione di specie sensibili a PPV: l'attività può essere consentita e autorizzata solo nel caso di produzione all'interno di serre dotate di un sistema di protezione antiafidi e in assenza di piante di drupacee nel raggio di 20 metri.


Particolare di una zona contaminata (rossa) e una tampone (gialla)

Con la determinazione n. 9987 del 24 giugno scorso, è stato reso noto lo stato fitosanitario del territorio regionale relativamente al virus PPV e sono state stabilite le limitazioni all'attività vivaistica per specie suscettibili al virus nelle aree dove questo è già presente o laddove è maggiore il rischio di una sua trasmissione.


Sintomi da Sharka su foglie di albicocco.

Nella restante parte del territorio regionale (zona indenne da PPV) i nuovi campi di produzione vivaistica dovranno distare almeno 300 metri da frutteti di piante di drupacee suscettibili, come indicato dal decreto di lotta obbligatoria.


La mappa delle zone contaminate da Sharka in Emilia Romagna.

Nel sito della Regione Emilia-Romagna, sezione agricoltura (clicca qui) si accede a una mappa interattiva. Il caricamento è piuttosto lento, ma una volta effettuato, si possono ingrandire le singole zone (Comune per Comune, frazioni comprese) e verificare se l'area è a rischio Sharka oppure no. Sul menù a sinistra si possono scegliere diverse opzioni (aree tampone, zone di insediamento). E non solo per Sharka, ma per ogni altra malattia vegetale monitorata dal Servizio fitosanitario regionale.

Data di pubblicazione: 28/07/2016
Autore: Cristiano Riciputi
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

25/05/2018 Al via la campagna estiva 'Amiamoci' di Zespri
25/05/2018 Imprenditore genovese ucciso in un agguato in Costa Rica
25/05/2018 Le ciliegie trentine salgono di quota e conquistano il mercato
25/05/2018 Ciliegie, a Vignola leggero calo produttivo e prezzi buoni
25/05/2018 Stati Uniti: consumo di mango quasi raddoppiato in 12 anni
24/05/2018 Cagliari: agrumi, melograni, meli cotogni e fichi nel frutteto condiviso
24/05/2018 Romania: ritardo nell'arrivo delle ciliegie locali
24/05/2018 Meloni: buona domanda, fornitura limitata e prezzi alle stelle
24/05/2018 Inutile avere una buona varieta' se il portinnesto non e' quello giusto
24/05/2018 La situazione del kiwi italiano a fine maggio
24/05/2018 Sudafrica: raccolto di cachi simile all'anno scorso
24/05/2018 Le uve Sunny Rose arrivano sul mercato
23/05/2018 Nuove forme di allevamento per il ciliegio. Ottimi risultati dal Bi-asse
23/05/2018 Francia: calibri piccoli, ma ciliegie di alta qualita'
23/05/2018 Spagna: quest'anno ci sara' una carenza di susine
23/05/2018 Esotici in Italia: il caso McGarlet
23/05/2018 Esotici in Italia: il caso Spreafico
23/05/2018 Drupacee spagnole sul mercato italiano: nessun pregiudizio se c'e' la qualita'
23/05/2018 Fragole biologiche: ancora 25 giorni di campagna per Red Season
23/05/2018 Domanda crescente per avocado e agrumi coltivati a Creta

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*