Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

La clessidra

La Russia chiude i confini all'Ucraina

L'agenzia stampa russa TASS ha riportato che il 18 novembre 2015 il ministro degli affari economici russi, Alexey Ulyukayev, ha comunicato che dal prossimo gennaio 2016 i confini tra Russia e Ucraina si chiuderanno per le merci alimentari. La chiusura dei confini è la reazione al sostegno dell'Ucraina per le sanzioni occidentali contro la Russia. Inoltre, a partire da gennaio entrerà in vigore un accordo tra UE e Ucraina che faciliterà il commercio.

Il ministro ha detto: "Dato che l'Ucraina sostiene le sanzioni contro la Russia, sia quelle economiche che finanziarie, abbiamo deciso di prendere misure
protezionistiche sotto forma di un embargo alimentare".

Per l'Ucraina varranno le stesse barriere commerciali che esistono già per l'UE

La Russia teme l'introduzione di prodotti illegali attraverso l'Ucraina. Ad agosto il premier Medvedev aveva avvisato che in caso l'Ucraina avesse mostrato un avvicinamento all'UE, le frontiere sarebbero state chiuse ai prodotti ucraini. Dopodiché fu indetta una tregua fino a gennaio 2016.


Il premier ucraino Arseniv Yatsenyuk ha stimato un danno da 600 milioni di dollari.

Il governo russo ha stimato un danno per l'economia dell'Ucraina pari a 1,5 miliardi di dollari all'anno. Tuttavia, a Kiev il governo è giunto ad altre conclusioni. Infatti, l'Ucraina sostiene che nel 2016 le perdite dovute all'embargo saranno di 600 milioni di dollari. "Ci stiamo preparando alle restrizioni commerciali della Russia - ha detto il premier ucraino Arseniy Yatsenyuk - Abbiamo condotto uno studio sui danni potenziali per il 2016 e perderemo all'incirca 600 milioni di dollari in esportazioni verso la Russia".

Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018