Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Tarongino: vino realizzato con arance e clementine di Valencia

Il vino non è più un prodotto esclusivamente derivato da uve torchiate. In Spagna si commercializza infatti il Tarongino: il primo vino a base di arance e clementine di Valencia. Con un'esperienza di generazioni alle spalle nella coltivazione agrumicola nella cittadina di Sagunto, i tre fratelli che dirigono l'azienda Naranjas Che hanno dato vita a un nuovo prodotto.

Dopo aver scoperto che in Sudamerica il vino bianco è aromatizzato con frutti quali mango o maracujà (frutto della passione), l'idea è stata quella di torchiare agrumi e non uva. A raccontarlo il direttore dell'azienda Guillermo Antelo (nella foto sotto). "Nonostante l'importanza delle arance di Valencia nessuno ha mai pensato di trasformarle in vino. Abbiamo così deciso di imbarcarci in questa avventura".



L'azienda ha firmato un accordo con la Polytechnic University of Valencia e ha cominciato a condurre dei test. Inizialmente il risultato era imbevibile, ma la prima versione del vino all'arancia ha fatto la sua comparsa sul mercato nell'estate del 2013.

"Le persone - ha dichiarato Antelo - pensano che si tratti di vino bianco aromatizzato all'arancia, con aggiunta di succo o liquore distillato. In realtà Tarongino è vino derivante da succo di arance fermentato con lievito".


(Foto: meetup.com)

Diverse le varianti possibili di Tarongino: alle clementine, più secco e meno dolce, ha un gusto che è una via di mezzo tra il vino bianco e il sidro, ma con un tocco di fresca acidità; all'arancia bionda con un sapore intenso dolce, perché macerato con le bucce; all'arancia rossa, di colore rosato e con un sapore che ricorda i frutti di bosco.

Il progetto di famiglia, autofinanziato con 300mila euro, ha riscosso molto successo in diverse fiere spagnole e il vino ha iniziato così a essere esportato. L'azienda è in continuo fermento e sta sperimentando anche una versione al pompelmo, dal gusto più amaro e che presto sarà in commercio.

Fonte: larazon.es

Traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 28/05/2015



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/10/2017 Essiccatore di condensa per una migliore conservazione delle cipolle
19/10/2017 Fruit Attraction 2017 primo giorno: le innovazioni parlano anche Italiano
18/10/2017 Il caffe' all'aglio piace in Giappone ma l'invenzione e' frutto di un errore
17/10/2017 Nuova pellicola richiudibile per cestini compostabili e riciclabili
16/10/2017 Premio Chiocciola d'oro 2017 per l'edible coating a base di bava di lumaca
13/10/2017 La Commissione Europea a supporto delle colture italiane con Copernicus
12/10/2017 Serbia: aperto centro per l'agricoltura digitale a Novi Sad
11/10/2017 Le novita' nella tecnologia per l'etichettatura dei prodotti ortofrutticoli in mostra al Fresh Summit
10/10/2017 Un nuovo transpallet per bins di arance, kiwi, mele
10/10/2017 Ricercatori sviluppano sensori di temperatura commestibili per le spedizioni frutticole
09/10/2017 Nuovo laboratorio potenzia gli sforzi delle Nazioni Unite nel tenere a bada gli insetti nocivi
06/10/2017 Etanolo dalle bucce di patate, nuova tecnologia dagli USA
05/10/2017 Il robot per le fragole stampato in 3D e' il futuro per il vertical farming
05/10/2017 Arriva sul mercato il sistema di monitoraggio per temperatura e umidita' LoRa
04/10/2017 Le biotech arrivano sui banchi di 8mila scuole
04/10/2017 I ricercatori sono all'opera per sviluppare i broccoli che resistono alle alte temperature
03/10/2017 Una tecnologia di stoccaggio 'troppo bella per essere vera'
02/10/2017 Inaugurato In Italia il piu' grande impianto di lavorazione kiwi d'Europa
29/09/2017 Agritech: la vera sfida tecnologica per l'agricoltura del futuro sara' la gestione di Big Data
29/09/2017 USA: serra produce agrumi con un dollaro al giorno grazie all'energia geotermica

 

Commenti:


vecchia ricetta siciliana....4 litri di succo di arance un chilo di zucchero un panetto di lievito di birra. dopo fermentazione si ottiene un vino amarastro gradevole profumatissimo ed alcolico da paura. Vino di arance lo adoro
giancarlo, fondi, italia (email) - 20/03/2017 01:06:42


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*