Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Tarongino: vino realizzato con arance e clementine di Valencia

Il vino non è più un prodotto esclusivamente derivato da uve torchiate. In Spagna si commercializza infatti il Tarongino: il primo vino a base di arance e clementine di Valencia. Con un'esperienza di generazioni alle spalle nella coltivazione agrumicola nella cittadina di Sagunto, i tre fratelli che dirigono l'azienda Naranjas Che hanno dato vita a un nuovo prodotto.

Dopo aver scoperto che in Sudamerica il vino bianco è aromatizzato con frutti quali mango o maracujà (frutto della passione), l'idea è stata quella di torchiare agrumi e non uva. A raccontarlo il direttore dell'azienda Guillermo Antelo (nella foto sotto). "Nonostante l'importanza delle arance di Valencia nessuno ha mai pensato di trasformarle in vino. Abbiamo così deciso di imbarcarci in questa avventura".



L'azienda ha firmato un accordo con la Polytechnic University of Valencia e ha cominciato a condurre dei test. Inizialmente il risultato era imbevibile, ma la prima versione del vino all'arancia ha fatto la sua comparsa sul mercato nell'estate del 2013.

"Le persone - ha dichiarato Antelo - pensano che si tratti di vino bianco aromatizzato all'arancia, con aggiunta di succo o liquore distillato. In realtà Tarongino è vino derivante da succo di arance fermentato con lievito".


(Foto: meetup.com)

Diverse le varianti possibili di Tarongino: alle clementine, più secco e meno dolce, ha un gusto che è una via di mezzo tra il vino bianco e il sidro, ma con un tocco di fresca acidità; all'arancia bionda con un sapore intenso dolce, perché macerato con le bucce; all'arancia rossa, di colore rosato e con un sapore che ricorda i frutti di bosco.

Il progetto di famiglia, autofinanziato con 300mila euro, ha riscosso molto successo in diverse fiere spagnole e il vino ha iniziato così a essere esportato. L'azienda è in continuo fermento e sta sperimentando anche una versione al pompelmo, dal gusto più amaro e che presto sarà in commercio.

Fonte: larazon.es

Traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione: 28/05/2015



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

24/05/2017 Ideal Tutor: nuovo sistema di sostegno per le coltivazioni in serra
23/05/2017 Al vaglio rivestimenti vegan ed eco-friendly per la casa automobilistica Bentley
22/05/2017 L'era degli imballaggi commestibili e' adesso
19/05/2017 Sudafrica: come ridurre drasticamente i reclami sulla qualita' dell'uva
18/05/2017 Acquaponica: il futuro dell'orticoltura comunitaria
17/05/2017 Robot per la raccolta meccanica: per i Cinesi funziona
17/05/2017 Gruppo Unitec: la parola alle tecnologie... per conquistare il consumatore
16/05/2017 Novita' per il settore ortofrutticolo alla fiera Interpack
15/05/2017 Spagna: 30% in piu' di conservabilita' grazie alle nuove cassette in cartone per ortofrutticoli
12/05/2017 L'invisibile e' ora visibile con il separatore ottico OSP
12/05/2017 Nasce Demetra, prodotto bio che allunga la vita delle mele
11/05/2017 Annunciati i vincitori del concorso 'Idee innovative e tecnologie per l'agribusiness'
11/05/2017 Le colture biotech raggiungono un nuovo record a oltre 180 milioni di ettari nel mondo
11/05/2017 Il vertical farming di ENEA e Idromeccanica Lucchini alle fiere internazionali Seeds & Chips e Macfrut 2017
10/05/2017 Tecniche avanzate per l'identificazione di marciume bruno su frutti e fiori
10/05/2017 Guatemala: Farmforce, uno strumento rivoluzionario per la gestione agricola
09/05/2017 Spagna: sviluppata un'App per programmare l'irrigazione delle fragole
09/05/2017 Da Irplast il nastro certificato BRC per ortofrutta: sicuro, economico ed ecosostenibile
08/05/2017 La luce non e' tutta uguale: Ambra Light spiega come ridurre il ciclo di 5 giorni e tagliare i consumi del 50%
08/05/2017 Bava di lumaca: edible coating per conservare gli ortofrutticoli di IV gamma sara' presentato negli USA

 

Commenti:


vecchia ricetta siciliana....4 litri di succo di arance un chilo di zucchero un panetto di lievito di birra. dopo fermentazione si ottiene un vino amarastro gradevole profumatissimo ed alcolico da paura. Vino di arance lo adoro
giancarlo, fondi, italia (email) - 20/03/2017 01:06:42


Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*