Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Azienda Agricola Lo.Di. (BA): "Tra circa 10 giorni avremo solo uva italiana sui mercati"

"Se prima dell'embargo russo, le previsioni per la compravendita di uva da tavola per l'attuale stagione erano abbastanza buone, ora la situazione è decisamente cambiata. E' lecito pensare che le merci destinate alla Russia vengano dirottate su altri paesi che, saturi di prodotto, dovranno per forza di cose ridurre le quotazioni al fine di agevolare la vendita. A risentire maggiormente di questo fenomeno è la varietà Red Globe, uva molto gradita al mercato russo."

Lo riferisce a FreshPlaza Lorenzo Diomede, titolare dell'Azienda Agricola Lo. Di. di Rutigliano (BA), che spiega: "Molti operatori ed istituti governativi sottovalutano il problema; a mio avviso invece la situazione è ben più grave di quella che viene presentata dagli istituti di statistica che, considerando solo i dati delle esportazioni dirette, non tengono conto delle esportazioni che avvengono in triangolazione. Questo significa che non viene conteggiata quell'uva di passaggio in nazioni quali Paesi Bassi, Lituania, Bielorussia e Polonia che poi raggiunge comunque il mercato russo e che quindi non viene considerata italiana."

A seguito del blocco russo, la produzione aziendale ha come destinazione paesi europei quali Francia, Spagna e Belgio; tramite l'ufficio commerciale della Apoc Salerno, di cui l'azienda è socia, si raggiungono anche Polonia e Germania, con quantitativi minori.



Il titolare segnala un andamento commerciale molto positivo per le uve apirene al momento, al contrario della scorsa stagione. "Questo si deve ai minori quantitativi presenti in Europa. I prezzi, di conseguenza, sono aumentati del 30-40%. Per le uve con seme abbiamo invece due differenti velocità, in quanto tutto dipende dalla qualità della merce: ottima collocazione per il prodotto extra quality mentre si segnala un andamento altalenante per le uve standard, che presentano prezzi poco remunerativi."

Per quanto riguarda le rese Lorenzo, segnala una flessione del 30% sia per le uve senza semi che per quelle con semi. "Attualmente il prodotto estero è quasi terminato e si può dire che tra circa 10 giorni avremo solo prodotto italiano sui mercati."



Dopo la recente ondata di maltempo (vedi notizia FreshPlaza), Lorenzo segnala fenomeni di cracking (o spacco) a livello del peduncolo, la cosiddetta "mezza luna", e in alcuni casi, per quelle uve deboli che nell'uso comune vengono chiamate "ricce", si sta verificando la formazione di bolle, ma si tratta solo di casi sporadici.

Sulla possibilità che la stagione dell'uva da tavola italiana termini in anticipo quest'anno, come dichiarato da alcuni importatori esteri (cfr. FreshPlaza del 10/10/2014) il titolare aziendale commenta: "E' da parecchi anni che abbiamo smesso di usare la sfera di cristallo. Posso affermare ancora una volta che i quantitativi sono inferiori, però se il mercato effettua meno ordini, anche quest'anno potremo chiudere la campagna a gennaio; tutto dipende dalle richieste."



E sulle voci circa il fatto che alcuni produttori italiani stiano destinando partite di uva all'industria, Lorenzo conclude: "L'uva che si sta destinando alla vinificazione è rappresentata solo ed esclusivamente da quelle partite colpite dalla peronospora e, in quantità insignificante, anche da quelle colpite dal cracking, o spacco."

Contatti:
Lorenzo Diomede - Titolare
Az. Agricola Lo.Di.
S.P. 240 Km. 14 Zona Industriale
70018 Rutigliano (BA)
Tel.: +39 080 4767326
Cell.: +39 340 2203352 (for English)
Cell.2: +39 3312227114 (for English)
Fax: +39 080 4778175
Email: info@agrilodi.com
Web: www.agrilodi.com
Skype: agrilodi

Rosario Ferrara - Direttore Coordinatore
APOC SALERNO
Via R. Wagner K1 (P.co Arbostella)
84131 Salerno
Tel.: +39 (0)89 331758
Cell.: +39 331 2663528
Email: ferrara@apocsalerno.it
Web: www.apocsalerno.it

Data di pubblicazione: 13/10/2014
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

26/09/2017 Peru': si prevede un volume inferiore del 50% per l'uva da tavola della regione di Piura
26/09/2017 Corea: infezioni fungine post-raccolta sulle nuove cultivar di kiwi
26/09/2017 Rossovivo: un paniere con 120 tipi di piccoli frutti
26/09/2017 Spagna: inizio della campagna del kaki con gli stessi prezzi dell'anno scorso
26/09/2017 Romagna Mia, la nettarina bianca che matura a fine settembre
25/09/2017 Nuovo video Dole Snack Circle: Macedonia in barattolo
25/09/2017 Svizzera: stagione delle fragole 2017, la piu' scarsa degli ultimi sei anni
25/09/2017 Paesi Bassi: prima segnalazione di Truncatella angustata su mele Topaz in post-raccolta
25/09/2017 Roccamonfina (CE): la produzione di castagne precoci alle prese con gli effetti della siccita'
25/09/2017 Inghilterra: la raccolta di mele potrebbe diminuire del 20% per via delle gelate primaverili
25/09/2017 L'uva da tavola biologica in raccolta a Palagiano (TA)
25/09/2017 Verde, giallo, rosso: sul kiwi vincera' chi conquista il consumatore. Riflessioni a margine di Agri Kiwi Expo 2017
25/09/2017 VI.P 'Mela Val Venosta': una nuova organizzazione per affrontare le sfide del futuro
25/09/2017 Focus sul mercato mondiale dei kiwi
25/09/2017 Previsioni al ribasso per il raccolto di mele
25/09/2017 Renania-Palatinato (Germania): raccolto mele, mai cosi' basso
25/09/2017 Cina: introdotte sul mercato le mele Fuji di Luochuan
25/09/2017 La mela Honeycrisp non ha avuto un successo immediato, ma poi e' schizzata alle stelle
22/09/2017 Sudafrica: i settori drupacee e melagrane si preparano alle nuove normative UE
22/09/2017 California: il raccolto di prugne torna a livelli standard

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*