Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Macchine agricole, Confai: cresce ricorso a servizi conto terzi

La perdurante crisi economica si fa sentire anche nel settore della meccanizzazione per l'agricoltura. Secondo dati recentemente diffusi da FederUnacoma, la Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l'Agricoltura, il mercato nazionale delle macchine agricole conferma, anche nel terzo trimestre di quest'anno, la tendenza al ribasso mostrata per gran parte del 2013.

Per quanto riguarda le trattrici, il saldo trimestrale delle immatricolazioni è stato pari a -5,6% e per i rimorchi si è registrato addirittura un dato negativo di oltre otto punti percentuali.

"Al continuo calo degli acquisti da parte delle imprese agricole - sottolinea il numero uno della Confederazione degli Agromeccanici e Agricoltori Italiani, Leonardo Bolis - fa da contraltare il crescente ricorso ai servizi di coltivazione in conto terzi, capaci di coniugare convenienza economica, professionalità degli interventi e impiego di tecnologie sempre all'avanguardia".

A questo riguardo, secondo i dati diffusi da FederUnacoma, nel periodo 2007-2012 la dimensione del ricorso al contoterzismo sarebbe da quantificare in quasi 4 milioni di giornate erogate dalle imprese agromeccaniche alle aziende agricole italiane. In base ad una recente indagine di Nomisma, il 49,9% delle imprese agricole dichiara esplicitamente di aver optato per il contoterzismo come valida alternativa a progetti di incremento del parco macchine.

Quali sono i vantaggi per gli agricoltori che si affidano ai servizi in conto terzi? "Le moderne aziende agricole sono impegnate in una quotidiana battaglia che ha come teatro uno scenario globale sempre più agguerrito - dichiara Sandro Cappellini, coordinatore nazionale di Confai -. In questo contesto l'imprenditore agricolo non può pensare di poter fare tutto da sé, pena l'espulsione dai mercati stessi. E' per questa ragione di fondo che il contoterzismo rappresenta un aiuto indispensabile per le imprese agricole intenzionate a non retrocedere e a crescere nella propria capacità competitiva".

"E' proprio il tema delle economie di scala - osserva Enzo Cattaneo, segretario di presidenza di Confai - a rendere particolarmente conveniente e competitivo il ricorso all'outsourcing. I contoterzisti, lavorando complessivamente grandi superfici appartenenti a diversi proprietari, sono infatti in grado di superare i vincoli posti dalle ridotte dimensioni delle singole aziende".

Fonte: www.agi.it

Data di pubblicazione: 24/10/2013

 

 
 
tweet

rispondi
 
email
 
stampa
 
iscriviti

 

Altre notizie relative a questo settore:

27/02/2015 Istat: fiducia consumatori al top dal giugno 2002
27/02/2015 Confeuro: rimodulare la tassazione a favore degli operatori agricoli e delle fasce deboli
27/02/2015 La Confagricoltura di Roma denuncia ritardi sui pagamenti PAC
26/02/2015 Nuovi piani di sviluppo in agricoltura per combattere la fame nel mondo
26/02/2015 Confeuro: prioritario combattere gli sprechi alimentari
26/02/2015 UE-USA, De Castro: puntare su difesa indicazioni geografiche, tutela dei consumatori e riduzione barriere commerciali
26/02/2015 Presunti benefici economici di Expo 2015 per la ripresa economica europea
26/02/2015 Zespri, il colosso neozelandese leader mondiale nel kiwi, sara' a Macfrut 2015
26/02/2015 Un anno senza Romeo Lombardi: il ricordo dei soci e colleghi di Alimos
26/02/2015 Sicilia: milioni di danni alle colture per il maltempo
25/02/2015 Bomba artigianale contro la Cooperativa ortofrutticola di Samassi (VS)
25/02/2015 Como: il Consorzio agrario si vendica degli hooligan olandesi
25/02/2015 Panoramica sui mercati agroalimentari: mercati a due velocita' per i prodotti frutticoli
25/02/2015 Agrinsieme Campania: consegnato ai Prefetti e alla Regione Campania un documento strategico per difendere il comparto agricolo
24/02/2015 Coldiretti sul decreto Milleproroghe: bene la proroga per le patenti agricole
24/02/2015 Maurizio Martina: "Ecco i miei primi 12 mesi di Politiche agricole"
24/02/2015 La Russia non trova alternative alle pere europee
23/02/2015 La crisi in Libia frena l'export italiano: -25% nel 2014 per il settore alimentare
23/02/2015 Agrinsieme dice no alla riforma della Politica Agricola Comune approvata dalla Conferenza Stato Regioni
23/02/2015 MISE: varato il piano straordinario per il Made in Italy

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*