Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Interesse per i prodotti ortofrutticoli e vivaistici lucani a Berlino

Al Fruit Logistica di Berlino, il salone internazionale del marketing ortofrutticolo più importante d'Europa, ha presenziato anche il Dipartimento Agricoltura della Regione Basilicata.



Nello stand lucano (foto sopra), gestito e coordinato dal Distretto Agroalimentare di Qualità del Metapontino, sono stati esposti i prodotti delle OP (Organizzazioni di Produttori) più rappresentative del metapontino quali Assofruit di Scanzano Jonico, Op Esedra di Marconia di Pisticci, Op Mediterraneo di Palazzo S. Gervasio, Op P.A.M. Produttori Associati del Metapontino - Campoverde di Policoro, Op Ancona di Policoro, Op Prometas di Scanzano Jonico, Op Agricola Felice Soc. Coop. di Tursi, Frutta di Lucania di Policoro.

L’Assessore all’Agricoltura Roberto Falotico, presente alla manifestazione, ha affermato che la partecipazione alle fiere internazionali offre la possibilità agli imprenditori agricoli lucani di far apprezzare all’estero l’eccezionale qualità dei prodotti ortofrutticoli della Basilicata. Il Dipartimento Agricoltura per i prossimi anni, infatti, si è posto l’obiettivo di intensificare le attività promozionali puntando soprattutto a nuovi mercati emergenti come quelli dell’Est Europa.

Al microfono il Presidente del Distretto Agroalimentare di Qualità del Metapontino S. Martelli e (alla sua destra) l’Assessore all’Agricoltura della Regione Basilicata R. Falotico, nello stand lucano durante un incontro con i rappresentanti delle principali OP della Basilicata


Nella "squadra" lucana non poteva mancare il Consorzio Vivaisti Lucani (COVIL) a rappresentare il primo segmento della filiera agro-alimentare. Le piante di agrumi del COVIL, ospite della struttura, hanno decorato la scenografia dello stand della Basilicata, già ben assortito di frutti e ortaggi provenienti dal metapontino.

Grande interesse per il materiale vivaistico del COVIL hanno manifestato operatori del settore italiani e stranieri. Importanti contatti sono stati presi con Organizzazioni di Produttori della Calabria e della Sicilia, dei Paesi dell’area balcanica quali Macedonia, Serbia e del Mediterraneo come Grecia, Turchia, Cipro, Marocco ed Egitto.

Tra le specie di maggiore interesse sono risultati gli agrumi (ibridi di nuova costituzione, clementine, aranci del gruppo navel e pigmentati, mandarini nova e fortune, tangor ortanique e limoni seedless), varietà di drupacee (pesco e nettarine low chilling a maturazione precoce, susino e ciliegio) e l’olivo.

Frutti di mandarino "Fortune" presso il campo catalogo del Consorzio Vivaisti Lucani in agro di Policoro (MT)


Frutto della varietà brevettata di pesco low chilling "Plagold 10" a maturazione extra precoce. In alcuni paesi del Mediterraneo (Turchia, Egitto, Marocco) la "Plagold 10", di cui COVIL detiene i diritti di moltiplicazione, può essere raccolta in pieno campo intorno alla metà di aprile


Tra i requisiti richiesti per l’esportazione delle piante, in primo luogo le garanzie fitosanitarie e varietali - assicurate dai sistemi di certificazione più rigorosi attualmente in vigore, - e in secondo luogo caratteristiche di peso e dimensioni adeguate ad assicurare un’agevole movimentazione del materiale durante il trasporto.
Sotto: etichetta applicata ad ogni pianta certificata, dal punto di vista fitosanitario e varietale, secondo le disposizioni previste dal Sistema Nazionale di Certificazione Volontaria. Sul cartellino di colore azzurro sono riportate tutte le informazioni relative all’ente controllore (Ufficio Fitosanitario Regionale incaricato dal Ministero dell’Agricoltura) alla pianta (specie, nome botanico, varietà, portainnesto, categoria di certificazione) e del vivaista fornitore (codice fornitore e codice produttore). Ogni etichetta ha un suo numero di serie che consente di risalire (rintracciabilità) lungo tutto il processo produttivo fino alla fonte di approvvigionamento del materiale di propagazione (semi e marze) coltivata nei Campi di Piante Madri



Sopra: piante di agrumi del COVIL coltivate in fitocella in substrato fibra di cocco. Tale substrato oltre ad garantire alla pianta tutte le proprietà agronomiche delle fertilità (buona capacità di trattenere e cedere elementi nutritivi ed acqua, pH sub-acido, buon arieggiamento all’apparato radicale) possiede un peso specifico piuttosto limitato, rispetto ad altri substrati (terriccio), tale da ridurre di oltre il 70% il peso totale di ogni singola pianta con notevoli vantaggi durante il trasporto

Per maggiori informazioni:
CO.VI.L. - Consorzio Vivaisti Lucani
Via Enrico Mattei, 28
75020 Scanzano Jonico (Matera)
Italy
Tel. +39 0835 954775
Fax +39 0835 950140
Cell.: +39 339 2511629
E-mail
Sito web


Data di pubblicazione: 18/02/2008



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

19/06/2018 Sipcam-Oxon acquisisce il 100% della svizzera Sofbey SA
19/06/2018 I cambiamenti climatici all'attenzione della politica italiana
19/06/2018 Bilancio UE, Ministro Centinaio: contrari ai tagli alla PAC
19/06/2018 Polonia: la febbre calcistica e i sani snack ortofrutticoli
19/06/2018 Alimentare: pronto metodo comune UE per test doppia qualita'
19/06/2018 Guatemala: colture non danneggiate dall'eruzione del vulcano
19/06/2018 AlgaEnergy rafforza la sua presenza in Italia con l'aggiunta di Giuseppe Castellani come Country Manager
19/06/2018 Mipaaf: pubblicato il nuovo regolamento sull'agricoltura biologica
19/06/2018 Saim Service e la tecnologia per la detannizzazione del kaki
18/06/2018 La Cina e' un mercato estremamente stimolante
18/06/2018 La FAO in dieci Paesi insegna a come adattarsi al cambiamento climatico
18/06/2018 La carruba siciliana: analisi e prospettive per la valorizzazione agro-industriale
18/06/2018 Con roll-in, raccogliere non e' mai stato cosi' semplice
18/06/2018 Idromeccanica Lucchini: primi 5 mesi del 2018 ancora in crescita
15/06/2018 Sottoscritto Protocollo d'Intesa tra Italia Ortofrutta e Crea
15/06/2018 FAO: nel mondo 108 milioni di bambini lavorano in agricoltura
15/06/2018 Confagricoltura: UE, nel 2017 l'Italia si conferma prima per Valore Aggiunto
15/06/2018 Apofruit: cresce del 10% il fatturato 2017
15/06/2018 Fruitimprese: i dati sul commercio estero ortofrutticolo italiano nel primo trimestre 2018
15/06/2018 Lavoro nero e caporalato: i risultati dei controlli in agricoltura

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*