Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Azienda Maisto: rucola e baby leaf bio dalla Piana del Sele in tutta Europa

L'azienda di Pierpaolo Maisto a Pontecagnano Faiano (provincia di Salerno), come molte altre situate nella Piana del Sele, è specializzata nella produzione di vari tipi di insalatine, prima tra tutte la rucola selvatica (che coltiva dal 2006) ma anche babyleaf (lattughino) rosso e biondo, baby spinacino e vari tipi di insalate orientali come Red chard, Bulls blood, Mizuna verde e rossa, Tatsoi verde e rossa e Pak choi verde e rossa.


Baby spinacino.

"Estesa su una superficie di quasi 46 ettari coperti a serre - spiega la responsabile commerciale, Bettina Apicella - dal 2008 l’azienda Maisto si dedica esclusivamente alla coltivazione con metodo biologico e durante l’inverno – il periodo di alta produzione - offre anche radicchio di Chioggia, scarola liscia e riccia. Recentemente, per le richieste di alcuni clienti, l’azienda ha avviato la coltivazione di vari tipi di erbe aromatiche bio come prezzemolo, basilico, timo, menta, aneto, rosmarino, erba cipollina".


Red chard.

"L'azienda è in continua crescita e, nel 2011, abbiamo aderito alla Associazione di produttori APOC SALERNO, con cui abbiamo condiviso uno stand al Fruit Logistica di Berlino lo scorso febbraio 2012".


Pak choi verde.

"Puntando alla piena soddisfazione del cliente - continua Bettina - e a un rapporto di fiducia reciproca, l’azienda è disponibile a esaudire qualsiasi richiesta riguardante le dimensioni dell'imballaggio, il confezionamento, l’organizzazione dei trasporti, ecc. Inoltre, parlando quattro lingue posso seguire in modo diretto il cliente e le sue esigenze particolari".


Bulls blood.

Tramite una selezionatrice industriale di alto livello, il prodotto viene scelto da personale specializzato, confezionato nel magazzino aziendale sia in vaschette da 100 e 125 grammi, sia in buste da 125 e 250 grammi, sia come prodotto sfuso per l’industria e in cartoni da 1 kg.


Rucola in vaschetta da 125 grammi.

Principale destinatario è la grande distribuzione straniera: il prodotto viene infatti esportato in Germania, Svizzera, Austria, Regno Unito, Francia, Belgio, Danimarca, Svezia, Finlandia e Russia.


Baby spinacino in busta da 125 grammi.

"La stagione scorsa, caratterizzata da un inverno difficile, è iniziata molto tardi, con prezzi molto bassi, rispetto all'anno precedente, ed è stata davvero complicata per noi, come per tutti gli operatori del settore ortofrutticolo", spiega Bettina Apicella.

"Ho anche notato che la richiesta di rucola è diminuita a favore dei babyleaf e delle insalate miste confezionate. In particolare, nella scorsa stagione, è stato molto richiesto il baby spinacino, che è risultato quasi concorrenziale alla rucola".

"Per gli articoli richiesti dal cliente, preferiamo lavorare con programmi e prezzi fissi per tutta la stagione, in modo da organizzare meglio anche il programma di produzione. Ad esempio, per le forniture ai supermercati, con i quali lavoriamo da qualche anno, viene stabilito un programma stabile con un prezzo accordato per tutta la stagione invernale, che tiene in considerazione imballaggio, articolo e destinazione".

"Lavoriamo in tutta Europa con supermercati, grossisti, industria e clienti minori" continua Bettina. "Con alcuni si lavora solo nella stagione invernale, mentre con i nostri clienti storici, che ci seguono per tutto l’anno, siamo in grado di garantire una produzione anche nel periodo estivo".


Vaschetta Oriental mix da 125 grammi.

"Quest’anno approfittiamo del periodo estivo per presentare la nostra nuova linea di erbe aromatiche bio, mandando dei campioni ai clienti che ce li richiedono, per valutare un inserimento accompagnato anche dall'interesse per le babyleaf".

"I riscontri che riceviamo dall'industria sono positivi, anche per clienti che cercano di completare pedane con più articoli, in modo da soddisfare più canali".


Biopoker mix in cassetta da 1 kg.

La produzione di insalatine con metodo bio prevede una serie di misure, dalla selezione di semi biologici ai trattamenti di difesa, per evitare danni all’ambiente e alla salute dell’uomo. Le piante vengono regolarmente sottoposte ai controlli dei laboratori specializzati per garantire la commercializzazione di prodotti idonei, che vantano le certificazioni BioAgricert, GlobalGAP, Bio-Suisse e "AB".

"Il nostro obiettivo - conclude Bettina Apicella - è seguire e migliorare costantemente la nostra linea, essere più trasparenti possibile, cercando nuove idee per rendere la produzione sempre più interessante e variabile per i nostri clienti".

"Siamo andando verso la prossima stagione invernale con speranza e molto entusiasmo, per avere la possibilità di offrire più servizi e prodotti per il mondo bio".

L'azienda è presente sulla piattaforma Tacler (www.tacler.com)

Contatti
Azienda biologica Maisto
Bettina Apicella
Via Lago Lucrino, 7
84098 Pontecagnano Faiano (SA)
Tel.: (+39) 089 203550
Fax: (+39) 089 2036106
Email: info@aziendabiologicamaisto.it
Web: www.aziendabiologicamaisto.it

Data di pubblicazione: 19/06/2012
Autore: Raffaella Quadretti
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

31/07/2018 Vilmorin: il partner innovativo nella specie peperone
31/07/2018 Analizzato il profilo polifenolico delle varieta' venete di radicchio
31/07/2018 Notevole aumento in Russia per le coltivazioni di ortaggi in serra
31/07/2018 Potterino, il nuovissimo pomodoro Vesuviano di Fenix
31/07/2018 AIIPA: primo semestre 2018 con segno positivo per la IV gamma
31/07/2018 Zucche estive, ottima richiesta dai mercati
31/07/2018 Novita' nel segmento peperoni: due nuovi cavalli di battaglia per HM.Clause
31/07/2018 I colorati di Syngenta: l'evoluzione del pomodoro da mensa di alto gusto
30/07/2018 Lanciata una nuova varieta' di cavolfiore
30/07/2018 Patfrut cresce in orticole e quarta gamma
30/07/2018 HiTec detorsola e taglia a meta' o in quarti i peperoni
30/07/2018 Annina F1, la nuova melanzana striata di Enza Zaden
30/07/2018 L'importanza della scelta varietale per lo zucchino nei trapianti precoci in Sicilia
30/07/2018 Coltivare erbe aromatiche e verdure sotto il livello del mare
27/07/2018 Caravaggio, il radicchio di Treviso di Bejo, esalta l'equilibrio fra innovazione e tipicita'
27/07/2018 Prezzi al rialzo per cetrioli e radicchio
27/07/2018 Le allerte alimentari determinano un aumento della domanda di lattuga coltivata in serra
26/07/2018 Cresce la superficie coltivata a broccoli nella Murcia
26/07/2018 Russia: un'azienda investe 5 milioni di euro nella coltivazione di rucola
26/07/2018 Fungo Puglia festeggia 45 anni di attivita'

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*