Avvisi

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Riscontrata la presenza della batteriosi del kiwi anche in Australia

Le autorità fitosanitarie australiane hanno scoperto un ceppo meno aggressivo della batteriosi virulenta PSA-V che sta devastando il settore del kiwi in Nuova Zelanda, un comparto che vale un miliardo di dollari. I funzionari dicono però che non c'è stato "alcun impatto rilevabile" in Australia.

Un frutteto su otto in Nuova Zelanda è stato colpito dalla batteriosi Pseudomonas syringae pv actinidiae (PSA). La PSA si diffonde solitamente attraverso spore nell'aria, ma può anche essere trasportata da materiale vegetale infetto, vestiti o scarpe, animali o attrezzature. I sintomi più evidenti sono macchie marroni e piaghe che trasudano una linfa rossastro-arancione o bianca. I ricercatori stanno lavorando su una cultivar resistente alla fitopatia. La batteriosi è stata identificata per la prima volta nell'area neozelandese della Bay of Plenty nel novembre 2010.

La PSA è associata al pollini del kiwi, al materiale vivaistico e alle colture di tessuti vegetali, ma gli studi hanno dimostrato che i frutti non sono suscettibili alla batteriosi. Biosecurity Australia ha avviato un'analisi del rischio fitosanitario (PRA), dopo l'individuazione della batteriosi in Nuova Zelanda.

Un ceppo meno aggressivo di questo batterio è stato ora individuato anche in Australia; lo ha riportato un portavoce del governo. L'Australia ha sospeso l'importazione di materiale di propagazione del kiwi fino a quando la PRA non sarà terminata. Il portavoce ha detto che è possibile che il ceppo attualmente riscontrato in Australia sia presente da decenni. "Non ci sono stati impatti rilevabili in questo periodo", ha detto il portavoce. "In quanto trattasi di un patogeno senza alcun impatto rilevabile, nessuna misura cautelativa può essere giustificata".

Fonte: ninemsn.com.au

Data di pubblicazione: 17/10/2011
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it

 

 
 
tweet

rispondi
 
email
 
stampa
 
iscriviti

 

Altre notizie relative a questo settore:

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*