Avvisi

La Clessidra

Ricerca di personale






Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



A cura di Vito Vitelli - COVIL

Arancio biondo ombelicato Fukumoto: la scheda

Origine: il "Fukumoto" deriva da una mutazione gemmaria spontanea di Washington Navel, ritrovata in Giappone. Nel 1983 è stato introdotto in California e commercializzato dal 1990.

Pianta: l'albero è di dimensioni medie, con portamento espanso, globoso e ricco di ramificazioni. Le foglie sono lanceolate di color verde scuro, presentano il picciolo corto e privo di ali. I fiori sono di grandi dimensioni con antere di color bianco crema. La fioritura è abbondante.

Frutto: di forma rotondeggiante, di dimensioni simili a quello del "Navelina", con un "navel" ("ombelico") esterno non molto pronunciato. La buccia si stacca facilmente dalla polpa, è di spessore medio, di colore aranciato intenso, con superficie liscia e con un gran quantitativo di ghiandole ricche oli essenziali. L’albedo è di colore bianco leggermente compatto. La polpa di color arancio presenta un gusto gradevole, consistenza fondente ed è dotata di un rapporto solidi solubili e acidi totali ben bilanciato. Rispetto al Navelina, i frutti di Fukumoto presentano percentuali inferiori di "creasing", una fisiopatia conosciuta anche come il nome di "incrinatura dell’albedo".

Arancio Fukumoto


Giudizio di insieme: cultivar di produttività costante è interessante per il periodo di maturazione, circa dieci giorni più precoce di "Navelina". Sintomi molto simili ad una mancata affinità genetica con il portainnesto sono stati osservati sulla chioma di piante in combinazione con alcuni Citrange (C35). Prima di introdurlo in un nuovo areale di coltivazione si consiglia pertanto di testare l’adattabilità della pianta alle condizioni pedoclimatiche.

Per maggiori informazioni:
CO.VI.L. - Consorzio Vivaisti Lucani
Via Enrico Mattei, 28
75020 Scanzano Jonico (Matera)
Italy
Tel./Fax: +39 0835 954775
Cell.: +39 339 2511629
E-mail
Sito web

Data di pubblicazione: 20/10/2010



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

23/01/2017 Gli esportatori turchi affrontano una bassa domanda sul mercato russo
23/01/2017 Agritalia: nessun competitor internazionale per l'arancia pigmentata siciliana
20/01/2017 Dopo l'ondata di maltempo, ripresa lenta della raccolta degli agrumi
19/01/2017 People of Sicily: nasce la Rete d'Impresa per l'export di agrumi siciliani a cominciare dalla Polonia
19/01/2017 Accelerare la decomposizione delle foglie nell'agrumeto contro gli agenti patogeni
19/01/2017 Le Rosse dell'Etna: la shelf life degli agrumi come elemento chiave per lavorare sui mercati esteri
19/01/2017 Pomelo, un agrume in crescita
18/01/2017 Lumia: agrume dimenticato, un po' cedro e un po' limone
18/01/2017 Agrumi italiani in Cina: evaporano le speranze di effettuare una prima spedizione di prova
18/01/2017 Sa pompia: l'agrume sardo buono da mangiare ma utilizzabile anche come medicina alternativa
17/01/2017 Cambiamento climatico nel Mediterraneo: migliorare l'efficienza idrica in agrumicoltura
17/01/2017 Tunisia: produzione record di agrumi, oltre 500 mila tonnellate
17/01/2017 BioInvio: arance siciliane certificate biologiche, a casa degli Italiani in un click
16/01/2017 Messico: visita a un produttore di limoni
16/01/2017 L'azienda agrumicola Altieri Giacomo & Figlio punta a rilanciare l'export su lunghe distanze
16/01/2017 Stagione impegnativa per gli agrumi egiziani
16/01/2017 Pirracchio: associazionismo e organizzazione mai decollati nel comparto dell'arancia rossa
13/01/2017 Programma per promuovere gli agrumi tunisini in Francia e altri paesi
13/01/2017 Rocca Imperiale: i limoni colpiti duramente dalle gelate, chiesto lo stato di calamita' naturale
13/01/2017 Aggiornamenti e precisazioni sulla situazione degli agrumeti nella Calabria jonica dopo l'ondata di gelo

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*