Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Lotta alle fumarole in Sicilia

Continua il contrasto agli illeciti ambientali in serricoltura e, dopo alcune operazioni messe a punto di recente dalla Polizia di Stato, la Polizia Provinciale di Ragusa ha denunciato all'autorità giudiziaria otto produttori e ne ha diffidati 34.
Per individuare i responsabili di questo triste fenomeno che non conosce sosta durante tutto l'arco dell'anno, assumendo le connotazioni di un'emergenza ambientale perenne, ma che si acuisce in estate, il Nucleo Ambientale della Polizia Provinciale di Ragusa ha predisposto mirati servizi con verifiche su tutta la fascia costiera iblea da Acate ad Ispica, sia in orari diurni che notturni.



I controlli effettuati dagli uomini del comandante Raffaele Falconieri hanno permesso di identificare e denunciare, per smaltimento non autorizzato di rifiuti speciali tramite incenerimento, i titolari di aziende agricole site nella fascia trasformata ragusana.

Le persone in questione sono state sorprese a bruciare, all'interno dei fondi da loro condotti, ingenti masse di rifiuti vegetali, a volte frammisti a rottami plastici e contenitori di fitofarmaci.

Altri 34 titolari di aziende agricole, che avevano già dismesso gli impianti serricoli e avevano provveduto ad ammassare i propri rifiuti in enormi cataste nelle vicinanze degli insediamenti serricoli, sono stati formalmente diffidati a non procedere al rogo dei rifiuti e a smaltirli tramite ditte autorizzate.



I depositi temporanei dei rifiuti sono stati opportunamente censiti e fotografati, mentre i produttori agricoli interessati sono stati adeguatamente informati sulle procedure di smaltimento lecito. Dovranno produrre entro 90 giorni, dalla data del conferimento, la documentazione attestante l'avvenuto smaltimento nei modi indicati dalla legge, pena le sanzioni penali previste dalla normativa ambientale.

"L'opera di sensibilizzazione portata avanti dalla Polizia Provinciale negli anni - ha detto il comandante Falconieri - nonché i serrati controlli hanno permesso che il fenomeno delle fumarole diminuisse rispetto alle proporzioni registrate qualche anno fa, ma in ogni caso l'attività di contrasto non arretrerà di un millimetro e sarà condotta senza soluzione di continuità per tutto il periodo estivo, anche in orari notturni e mattutini."



L'ottimo operato fin qui svolto da Falconieri, però, non vuole avere solo un risvolto repressivo. Infatti, stante a quanto riferitoci dallo stesso comandante, da noi intervistato, "è allo studio la definizione di un protocollo d'intesa con le categorie di parte, finalizzato a favorire gli imprenditori agricoli nello smaltimento regolare degli scarti, grazie al riutilizzo di una parte di essi".

"Il protocollo - ha concluso il dirigente - è in fase di ultimazione e prevede la stipula di convenzioni con alcuni laboratori di analisi sul territorio che effettueranno l'esame necessario al riutilizzo del materiale organico nel suolo di coltivazione. I costi di laboratorio saranno per l'agricoltore veramente esigui e lo metteranno nelle condizione di lavorare serenamente e senza effettuare roghi".

Data di pubblicazione: 12/07/2018
Autore: Gaetano Piccione
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/07/2018 Registro unico dei produttori biologici in Russia
20/07/2018 Inflazione: a giugno +1,3% su base annua, i prezzi della frutta salgono del +7,9%
20/07/2018 Anomalie climatiche per Paese dal 1900 al 2016: guarda il video!
20/07/2018 Fucino: entro 4 mesi gli interventi per contrastare la siccita'
20/07/2018 Siccita': situazione difficile in Europa
20/07/2018 Sud Italia: 21 Investimenti entra nel capitale di Carton Pack
19/07/2018 Francia e Germania sono unite contro i tagli ai fondi della PAC
19/07/2018 Agrinsieme: consumo di suolo, si aggrava la situazione
19/07/2018 Certificazione QS: ora e' possibile anche per le aziende certificate GlobalGAP Opzione 2
19/07/2018 Tutti dovremmo fare qualcosa per cambiare il mondo. E non solo nel settore del packaging
19/07/2018 Sicilia: progetto Med-Gold per rispondere ai cambiamenti climatici
19/07/2018 Anche in Cina cresce il ruolo della confezione nella presentazione della frutta
18/07/2018 Stati Uniti: successo per l'Organic Produce Summit, buona l'affluenza
18/07/2018 Lo sviluppo del mercato biologico francese
18/07/2018 La Cina potrebbe salvare i produttori ortofrutticoli serbi
18/07/2018 Giansanti (Confagricoltura): senza PAC l'agricoltura italiana non ha futuro
18/07/2018 La regione piu' innovativa d'Europa e' l'Emilia Romagna
18/07/2018 Vertice Ue‑Giappone: una tappa storica per gli scambi commerciali e la cooperazione
18/07/2018 Italia a due velocita': maltempo al nord, vento e siccita' in Sicilia
17/07/2018 I principali importatori mondiali del 2017

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*