Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Rapporto AgrOsserva: segnali positivi per l'agricoltura italiana nel primo trimestre 2018

Archiviato un 2017 fortemente negativo per l'andamento meteorologico, l'avvio del 2018 fa registrare un recupero della produzione agricola. E' quanto emerge dal rapporto AgrOsserva di Ismea relativo al primo trimestre del 2018. Il valore aggiunto in termini reali guadagna infatti ben 4,6 punti rispetto all'ultimo trimestre del 2017 e 0,6 su base annua. Sempre nel confronto annuo, dopo due flessioni consecutive, cresce l'occupazione dipendente del settore (+1,1%), a fronte di un calo di quella indipendente (-2,9%). Risulta in lieve diminuzione il numero totale delle imprese agricole (-0,4%), ma sono in crescita quelle condotte da giovani (+4,7%), la cui quota sul totale è passata dal 6% al 7% in tre anni.

Il miglioramento del contesto generale è stato percepito dagli operatori del settore primario, come suggerito dall'indice di clima di fiducia dell'agricoltura elaborato dall'Ismea, che nel primo trimestre del 2018 si posiziona timidamente in campo positivo in aumento sia su base annua sia su base congiunturale.

Un maggiore ottimismo emerge anche nei giudizi degli operatori dell'industria alimentare, riferiti in particolare all'andamento degli ordini e alle aspettative di produzione, che tra gennaio e marzo dello scorso anno erano state inficiate dalla scarsità di materia prima da lavorare, distrutta dalle intense nevicate e gelate che avevano colpito mezza Europa.

Il sentiment positivo dell'industria alimentare riflette il buon andamento della domanda estera e il consolidamento della ripresa di quella domestica. Le spedizioni di prodotti agroalimentari Made in Italy oltreconfine, infatti, hanno continuato a crescere anche nei primi tre mesi del 2018 (+3,3% su base annua), manifestando però un rallentamento rispetto al +6,8% dell'intero anno 2017.

L'analisi delle esportazioni agroalimentari dei primi tre mesi del 2018 per mercato di destinazione rivela un'accelerazione dei flussi verso la Germania e i Paesi Bassi (rispettivamente +3,9% e +7,4% su base annua), una decelerazione di quelli destinati alla Francia (+6,6%) e alla Spagna (+0,6%), ma soprattutto al Regno Unito (+0,2%). Meno dinamiche rispetto al 2017 anche le esportazioni rivolte alle principali mete extra-europee (+2,7%, dopo il +8,2% del 2017).

Dal lato delle importazioni, si evidenza una lieve flessione dei flussi in entrata (-0,3%) rispetto al periodo gennaio-marzo 2017, dopo l'aumento registrato lo scorso anno (+4,5%). In particolare, nei primi tre mesi del 2018, sono calate le importazioni dalla Spagna (-16%), e in area extra UE da quasi tutti i principali fornitori di materie prime agricole ad eccezione dell'Ucraina (+17,6%) e del Brasile (+20,4%).

Sul fronte interno, nel primo trimestre 2018 la spesa delle famiglie per i consumi domestici di prodotti alimentari continua a crescere, mettendo a segno un più 1,4% su base tendenziale, dopo il +3,2% già registrato nell'intero 2017.

Infine, l'analisi delle informazioni sul credito nel comparto agricolo rivela alcuni segnali di miglioramento, quali ad esempio la ripresa dei prestiti per acquisto di immobili rurali e per macchinari e attrezzature, indice di un generale rilancio degli investimenti da parte degli imprenditori del settore primario.

Fonte: www.ismea.it

Data di pubblicazione: 11/07/2018



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

19/07/2018 Francia e Germania sono unite contro i tagli ai fondi della PAC
19/07/2018 Agrinsieme: consumo di suolo, si aggrava la situazione
19/07/2018 Certificazione QS: ora e' possibile anche per le aziende certificate GlobalGAP Opzione 2
19/07/2018 Tutti dovremmo fare qualcosa per cambiare il mondo. E non solo nel settore del packaging
19/07/2018 Sicilia: progetto Med-Gold per rispondere ai cambiamenti climatici
19/07/2018 Anche in Cina cresce il ruolo della confezione nella presentazione della frutta
18/07/2018 Stati Uniti: successo per l'Organic Produce Summit, buona l'affluenza
18/07/2018 Lo sviluppo del mercato biologico francese
18/07/2018 La Cina potrebbe salvare i produttori ortofrutticoli serbi
18/07/2018 Giansanti (Confagricoltura): senza PAC l'agricoltura italiana non ha futuro
18/07/2018 La regione piu' innovativa d'Europa e' l'Emilia Romagna
18/07/2018 Vertice Ue‑Giappone: una tappa storica per gli scambi commerciali e la cooperazione
18/07/2018 Italia a due velocita': maltempo al nord, vento e siccita' in Sicilia
17/07/2018 I principali importatori mondiali del 2017
17/07/2018 Grandine sparsa in diverse zone del nord d'Italia
17/07/2018 Putin proroga l'embargo a fine 2019
17/07/2018 Bio-Siegel: il marchio di qualita' piu' famoso in Germania
16/07/2018 UE: in 26 anni diminuite del 22% le emissioni di CO2 dall'agricoltura
16/07/2018 Centro Italia: bacini pieni, estate senza rischio siccita'
16/07/2018 Le reti protettive Arrigoni per bloccare l'insetto vettore della Xylella

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*