Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



Cultivar di susino giapponese promettenti per le aree di produzione dell'Himachal Pradesh

Il susino è uno dei fruttiferi più importanti e ampiamente coltivati delle regioni temperate del mondo. In India, il susino giapponese è stato introdotto dai coloni e dai missionari europei. L'area coltivata a susino in India è di circa 24mila ettari con una produzione di circa 80mila tonnellate. Nello stato di Himachal Pradesh, il susino occupa un posto significativo sia in termini di superficie sia di produzione, prossima a quella del melo, ed è coltivato su un'area di circa 8.560 ettari, con una produzione di circa 16mila tonnellate. Le aree di coltivazione si trovano a una quota che va da 900 a 1600 metri slm e offrono eccellenti condizioni climatiche, congeniali per la coltivazione del susino.

Santa Rosa è la cultivar di susino predominante ed è coltivata per oltre il 90% della superficie totale a susino nell'Himachal Pradesh. La predominanza di una singola cultivar porta a situazioni di monocoltura e crea un eccesso di prodotto sul mercato, cosa per cui gli agricoltori non ottengono prezzi remunerativi per le loro produzioni.

Per far fronte al continuo cambiamento delle preferenze dei consumatori e all'estensione della stagione di raccolta, è necessaria una diversificazione varietale con cultivar geneticamente migliorate. I programmi internazionali di selezione e allevamento del susino si stanno concentrando sul miglioramento della resa e della qualità del frutto, prolungando la stagione di raccolta e sviluppando cultivar resistenti e/o tolleranti ai diversi stress biotici e abiotici.



In Himachal Pradesh è possibile estendere l'area di coltivazione del susino introducendo nuove cultivar ma solo dopo un'attenta e corretta valutazione. Per queste ragioni i ricercatori della Dr. Y. S. Parmar University of Horticulture and Forestry Nauni hanno valutato quattro nuove introduzioni, quali Frate, Duarte, Black Amber e Shiro, e le hanno confrontate con quattro cultivar commerciali esistenti, quali Santa Rosa, Frontier, Red Beaut e Mariposa. Questo studio è stato realizzato con i seguenti obiettivi: (i) valutazione delle nuove cultivar di susino per stabilire un database per il loro uso futuro, (ii) per confrontare l'idoneità di nuove introduzioni con le cultivar esistenti coltivate sulle colline di Himachal Pradesh.

"Dallo studio preliminare condotto su diverse cultivar di susino giapponese - riferiscono i ricercatori - si può concludere che la cultivar Shiro è risultata vigorosa. Mentre Black Amber e Duarte sono risultate promettenti per quanto riguarda i caratteri biochimici del frutto e maturano rispettivamente a metà e a fine stagione. Pertanto, si può suggerire che Black Amber e Duarte possono essere adatte alla coltivazione in condizioni di media collina dell'Himachal Pradesh e possono essere alternative migliori per cambiare la monotonia di Santa Rosa al fine di allungare la stagione di raccolta, soddisfare i gusti del consumatore in continua evoluzione e fornire una migliore remunerazione ai coltivatori".

Fonte: Mukesh Kumar, DD Sharma, Niranjan Singh and Bunty Shylla, 'Evaluation of newly introduced plum (Prunus salicina Lindl.) cultivars under mid-hills of Himachal Pradesh', 2018, International Journal of Chemical Studies, Vol. 6 (2), pag. 2925-2930.

Data di pubblicazione: 11/07/2018
Autore: Emanuela Fontana
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

19/07/2018 Esportazioni di uva turca aumentate di oltre l'85 per cento nel 2017
19/07/2018 Tunisia: proventi delle esportazioni di frutta in crescita del 51%
19/07/2018 Positive contrattazioni per la frutta estiva, flessione fisiologica dei listini delle pesche
19/07/2018 Inizia la raccolta di Romagna Summer, nettarina con elevati calibri e Brix
19/07/2018 Fichi, un articolo caratterizzato da alti e bassi
19/07/2018 Europa: ottima accoglienza per due nuove varieta' di mirtilli
18/07/2018 Europa nord-occidentale: il mango Kent resta il preferito, ma il Palmer guadagna terreno
18/07/2018 Giacenze di mele nella regione Trentino-Alto Adige al 1 luglio 2018
18/07/2018 Quando un telo diventa alleato della colorazione di uva da tavola Crimson
18/07/2018 Angurie a fette: meglio tenerle a temperatura controllata
18/07/2018 Ortofruit Italia apre la stagione delle pesche con una strategia tricolore
17/07/2018 Bosnia ed Erzegovina: sospiro di sollievo per i melicoltori
17/07/2018 The Greenery amplia l'assortimento di Sweet and Sunny
17/07/2018 Rese basse ma ottima qualita' per le fragole di montagna
17/07/2018 Presentazione della frutta in cassetta: suggerimenti per evitare l'autogol
17/07/2018 Nocciolo in Piemonte: dall'impianto alla coltivazione, le nuove pratiche
17/07/2018 Raddoppia l'export di frutta dalla Turchia
17/07/2018 Francia: prezzi delle drupacee stabili nonostante i volumi limitati
16/07/2018 CIV: impianti pilota pre-commerciali della nuova varieta' di pero Cape Rose-Cheeky
16/07/2018 Francia: prezzi delle albicocche in aumento

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*