Avvisi

Ricerca di personale




Specialecontinua »

Top 5 - ieri

Top 5 - ultima settimana

Top 5 - ultimo mese

Commenti recenticontinua »

Altre notizie

Notizie economiche



L'evoluzione dell'uva da tavola senza semi nel bacino del Mediterraneo

Lavorare verso una viticoltura sostenibile: è questo l'obiettivo di Grape Evolution Ltd, membro di Fresca Group UK, società licenziataria per le varietà del Volcani Center (Israele) nella regione mediterranea. Fresca Group è un investitore nel progetto di miglioramento dell'uva da tavola del Volcani Center.

Come riferisce a FreshPlaza il consulente tecnico Giacomo Grande: "Raggiungere l'obiettivo implica selezionare e sviluppare varietà a basso costo di manodopera, resistenti alle malattie, a bassi trattamenti ormonali ed espandere l'assortimento varietale, puntando su cultivar precoci con nuovi colori e sapori. Ma anche arricchire il calendario con varietà tardive che maturano dopo Thompson, sia rosse che bianche, concentrandosi su quelle con una produttività elevata".



"Si crea così un forte legame israelo-europeo a livello tecnico scientifico - continua Grande - una forte opportunità per i coltivatori dell'emisfero nord, con varietà che possono iniziare a essere raccolte all'inizio di maggio e terminare alla fine di novembre nell'intero bacino del Mediterraneo".

Tutte le varietà vengono incrociate nella stazione di Bed Dagan presso il Volcani Center, la produzione degli embrioni viene effettuata in vitro e poi trasferita a Corinto, in Grecia, dove si avvia l'allevamento della pianta. "In questa maniera - spiega Grande - si tengono le piante in quarantena, ufficializzando così la linea di selezione nell'UE (in vitro) e ottenendo il passaporto fitosanitario comunitario".

Come sottolinea il consulente tecnico, l'anima e la mente del progetto è Avi Perl, capo scienziato del ministero dell'Agricoltura israeliano e breeder. "Ha sviluppato per due decenni la più grande banca genetica del mondo e ha guidato gli incroci con il suo team tecnico di esperienza sotto Oded Dagani nella Bet Dagan Station (Israele), selezionando le migliori varietà da proporre agli agricoltori del bacino del Mediterraneo".

Uva Prime.

Le varietà precoci sono la Prime e la Red Prime. Prime è la prima senza semi a maturare al mondo, di colore bianco, dal sapore leggero con aroma di moscato; struttura croccante, acini da 17-21 mm, produttività di 15-25 tonnellate per ettaro, vigore della pianta da basso a medio, con un livello zuccherino ottimale (16% Brix+) e maturazione a metà maggio in tunnel in Egitto. Di solito matura due settimane prima della Superior.

Uva Red Prime.

La Red Prime (Star Light) è, invece, la prima senza semi di un colore rosso brillante a maturazione precoce. Con un leggero aroma di moscato, una struttura croccante e dimensioni della bacca di 19-23 mm, mostra una produttività di 15-25 ton/ha.


Uva Primo Nero.

Tra le altre varietà, troviamo Primo Nero, Big Red Pearl 1530, Valley Pearl 358-29, Autumn Pearl e Late Pearl. La Primo Nero (denominazione varietale: VARO 105) è una senza semi, a maturazione precoce, di colore nero pieno e sapore fruttato, con una struttura mediamente croccante e un acino di 17-21 mm. Mostra una produttività di 15-25 ton/ha e ha un vigore della pianta da basso a medio. Il suo livello zuccherino è ottimale da 16% Brix in su.

Uva Big Red Pearl 1530.

La Big Red Pearl 1530 (denominazione varietale: VARO 206) è una varietà senza semi e aromatica, di colore rosso pieno e leggero sapore di moscato. Presenta una struttura croccante con un formato di bacca di 20-28 mm e una produttività di 25-35 ton/ha. Matura nello stesso periodo della Red Globe. Livello zuccherino ottimale: 16% Brix+.

Uva Valley Pearl 358-29.

Valley Pearl 358-29 (denominazione varietale: VARO 207) ha una elevata resistenza alla pioggia/umidità. Dal colore rosso pieno e dal sapore fruttato, matura tre settimane prima della Crimson. Mostra una struttura mediamente croccante, con acini di 17-20 mm e una produttività di 25-35 ton/ha. La pianta presenta un vigore molto alto, così come elevato è il livello zuccherino dei grappoli (18% Brix+).

Uva Autumn Pearl.

La Autumn Pearl (denominazione varietale: VARO 203) matura nel mese di settembre. Uva di colore rosso ciliegia, dal sapore fruttato con aroma leggero, struttura croccante e acini di 19-23 mm. La pianta presenta un vigore alto e una produttività di 30-40 ton/ha. Livello zuccherino ottimale: 18% Brix.

Uva Late Pearl.

E, infine, Late Pearl (denominazione varietale: VARO 307) di colore verde chiaro. Struttura croccante e succosa, sapore fruttato e bacche di 18-22 mm: queste le peculiarità di questa varietà che matura tre settimane dopo la Thompson e ha una produttività di 25-35 ton/ha. Livello zuccherino ottimale: 18% Brix.

Contatti:
Giacomo Grande - consulente tecnico
Cell.: +39 3485175102
Email: giacomogrande@hotmail.it

Data di pubblicazione: 11/07/2018
Autore: Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it



 


 

Altre notizie relative a questo settore:

20/07/2018 Basilicata: disponibile online la carta vocazionale del nocciolo
20/07/2018 Avocado: le differenze tra le varieta' Hass e Fuerte
20/07/2018 La stagione italiana delle uve procede senza intoppi
20/07/2018 Piante danneggiate dai topi: un fenomeno in aumento
19/07/2018 Esportazioni di uva turca aumentate di oltre l'85 per cento nel 2017
19/07/2018 Tunisia: proventi delle esportazioni di frutta in crescita del 51%
19/07/2018 Positive contrattazioni per la frutta estiva, flessione fisiologica dei listini delle pesche
19/07/2018 Inizia la raccolta di Romagna Summer, nettarina con elevati calibri e Brix
19/07/2018 Fichi, un articolo caratterizzato da alti e bassi
19/07/2018 Europa: ottima accoglienza per due nuove varieta' di mirtilli
18/07/2018 Europa nord-occidentale: il mango Kent resta il preferito, ma il Palmer guadagna terreno
18/07/2018 Giacenze di mele nella regione Trentino-Alto Adige al 1 luglio 2018
18/07/2018 Quando un telo diventa alleato della colorazione di uva da tavola Crimson
18/07/2018 Angurie a fette: meglio tenerle a temperatura controllata
18/07/2018 Ortofruit Italia apre la stagione delle pesche con una strategia tricolore
17/07/2018 Bosnia ed Erzegovina: sospiro di sollievo per i melicoltori
17/07/2018 The Greenery amplia l'assortimento di Sweet and Sunny
17/07/2018 Rese basse ma ottima qualita' per le fragole di montagna
17/07/2018 Presentazione della frutta in cassetta: suggerimenti per evitare l'autogol
17/07/2018 Nocciolo in Piemonte: dall'impianto alla coltivazione, le nuove pratiche

 

Inserisci un commento:

Nome: *
Email: *
Città: *
Paese: *
  Mostra indirizzo mail
Commento: *
Inserisci il codice
*