Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Commenti recenti continua

L'opinione del consulente Matteo Selleri

Non sempre funziona concentrare l'offerta attraverso grandi Op

Costituire grandi Organizzazioni di produttori (Op) per concentrare l'offerta. Se ne è parlato la scorsa settimana al Tavolo Ortofrutticolo Nazionale, ma non a tutti questa pare una buona idea. In particolare, Matteo Selleri di Frutta&Company - che su questi temi argomenta e fa consulenza da oltre 20 anni (cfr. FreshPlaza del 10/07/2018) - dichiara: "Finché tutte le norme saranno figlie degli input dati dalle 'grandi Op', non si riuscirà a uscire da questo stallo. Piuttosto, molti agricoltori restano e resteranno fuori dal sistema e vi saranno Op che preferiranno rinunciare al riconoscimento piuttosto di vedersi 'accorpate' in gruppi nei quali non si riconoscono. L'informazione al di sopra delle parti, in questo caso, può fare molto".

Un altro passaggio è che, se bisogna relazionarsi con la GD e la DO non servono mille referenze: occorre essere forti con due/tre prodotti sui quali il buyer deve fare i conti se desidera quella che stancamente viene chiamata "Qualità italiana".

"Anche la normativa sui piani operativi delle Op - aggiunge l'esperto - sta diventando un ginepraio e penalizza gli agricoltori che sanno fare il loro mestiere. Si veda l'esempio alle piante da frutto: se le auto-produci, i relativi costi non si possono inserire nel piano. Con la scusa della certificazione, l'agricoltore dovrebbe acquistare le piante dai vivaisti e spendere una certa cifra in più ogni pianta, cosa che non sempre vuole fare. E quindi niente acquisti di pali, di fili, né assunzione di manodopera per effettuare il lavoro... Parlo di singoli agricoltori ovviamente, non di imprese agricole di grandi dimensioni".

Anche il concetto di concentrazione dell'offerta, invece di concentrazione della produzione, è fuorviante. Come dire che la comunicazione e l'informazione sono la stessa cosa. Invece la differenza è notevole.

Foto d'archivio

"Il lavoro di consulenza che svolgo come professionista - conclude Selleri - sta proprio in questo: aiutare le aziende a capire i meccanismi, le leggi e le norme, a come fare per costituire Op oppure a uscirne dalla base sociale, a fare da arbitro nelle controversie, a svolgere determinate azioni del piano operativo che siano un investimento e non solo una spesa per riempire una voce. Grazie a questa impostazione professionale, poi, si realizza lo scopo di far arrivare l'informazione adeguata direttamente al consumatore finale".

Contatti:
Frutta&Company
Via IV Giugno, 5
47899 Serravalle
Repubblica di San Marino
Tel.: +39 335 7414702
Email: info@fruttaecompany.sm
Web: www.fruttaecompany.sm


Data di pubblicazione :
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2018